CRIMINALITA’: INCENDIATO CHIOSCO AL FRATELLO DI UN COLLABORATORE DI GIUSTIZIA

| 8 Settembre 2015 | 0 Comments

Un incendio nella notte ha danneggiato un chiosco per la vendita di bibite e granite, nel centro di Lecce, di proprieta’ del fratello di Gioele Greco, esponente della Nuova SCU salentina, che – dopo l’arresto – da alcuni mesi sta collaborando con la giustizia. Le fiamme, con tutta probabilita’ di origine dolosa, sono state appiccate ad alcuni cassonetti posizionati sul retro della struttura in via Trinchese, poco distante da piazza Sant’Oronzo. Le indagini della Squadra Mobile sono finalizzate a capire se l’incendio sia stato un intimidazione indirizzata ai familiari di Greco.
Le dichiarazioni di Gioele Greco stanno infatti aiutando la Dda di Lecce a ricostruire la geografia criminale del capoluogo salentino, e a mettere insieme elementi probatori per alcune inchieste in corso. Si tratta del secondo episodio criminale di cui e’ vittima la famiglia di Greco, in poche settimane. Il 28 agosto, infatti, era stata data alle fiamme l’auto di proprieta’ della compagna del padre di Gioele, parcheggiata nel rione salesiani. Il chiosco del fratello, invece, era salito alla ribalta delle cronache in primavera, a causa di un cartello omofobo che vi era esposto.

Category: Cronaca

Lascia un commento