PERSEGUITA LA EX MOGLIE E GLI BRUCIA L’AUTO. ARRESTATO

| 10 Settembre 2015 | 0 Comments

I militari della Stazione di Nardò hanno tratto in arresto, nella nottata, PRETE Bruno, classe 1964, di Nardò, con l’accusa di danneggiamento a seguito di incendio, guida in stato di ebbrezza e atti persecutori.
Nella nottata, verso le ore 02.00, la pattuglia della Stazione di Nardò è stata chiamata dalla ex moglie del PRETE che si era resa conto che la propria autovettura stava andando a fuoco. All’arrivo della pattuglia il figlio minore della stessa, peraltro, riferiva di aver notato l’autovettura del padre che, dopo aver suonato il clacson come per attirare l’attenzione, si era allontanata dal luogo del misfatto. La pattuglia di Nardò, immediatamente messasi alla ricerca, aveva ritrovato il PRETE a bordo della propria autovettura, a non più di 500 metri dal luogo del fatto. Il PRETE è apparso ai militari visibilmente ubriaco e pertanto è stato condotto in caserma per procedere all’alcoltest dal quale è emerso che lo stesso aveva un tasso alcolemico pari a 1,61 g/l.

La ex moglie, intanto, si era presentata in caserma per sporgere denuncia raccontando che da tempo l’ex marito, peraltro già arrestato per atti persecutori e tossicodipendente, la tartassava con minacce ed ingiurie di ogni tipo e che si sentiva particolarmente scossa e terrorizzata.

Sulla scorta degli elementi emersi il personale della Stazione di Nardò ha tratto in arresto il PRETE e, su disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Francesca MIGLIETTA, lo ha condotto presso la Casa Circondariale di Lecce.

Category: Cronaca

Lascia un commento