SVEGLIA ALL’ALBA E FURTI AL PORTO

| 14 settembre 2015 | 0 Comments

Finita l’estate, via i turisti, cominciano i furti ai danni di imbarcazioni ormeggiate. Quest’anno particolare attenzione è stata posta alla tematica in questione da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Tricase  mediante alcuni specifici servizi di vigilanza dei porti e degli ormeggi di transito  peraltro numerosi nel Capo di Leuca.

Nell’ambito di tale attività di prevenzione, stamane di prima mattina, i militari dell’aliquota Radiomobile di Tricase hanno colto in flagranza di reato C.F. classe 1960 originario di Miggiano, censito BB.DD. FF. PP.; l’uomo era stato notato alle 05:30 di oggi avvicinarsi con la propria auto ad un’imbarcazione posta su un carrello all’ingresso degli ormeggi di Marina Serra, frazione di Tricase. Lì il “ladro di mare” veniva notato dai militari in lontananza mentre raccoglieva alcuni oggetti e li caricava sulla propria autovettura; fin qui tutto normale in quanto l’uomo avrebbe potuto anche essere il proprietario dell’imbarcazione, ma subito dopo l’uomo saliva su un’altra imbarcazione a mare e con un oggetto contundente scassinava il gavone portando con se varia dotazione di bordo. A quel punto i militari compreso che qualcosa non andava si avvicinavano agli imbarchi; nel frattempo l’uomo aveva già caricato tutta la refurtiva sulla propria autovettura e si era incamminato verso la litoranea. Prontamente bloccato il malfattore non replicava alle contestazioni dei militari dell’Arma e ammetteva ogni addebito.

Parte della refurtiva, per un totale di circa 300 euro, veniva restituita ad uno dei due proprietari che nel frattempo era stato rintracciato dai Carabinieri mentre ancora si cerca la seconda vittima per comunicarle quanto patito.

L’uomo in virtù delle nuove disposizioni contenute dall’art. 131 bis del codice di procedura penale è stato deferito in stato di libertà a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento