DENUNCIATO PER RICETTAZIONE

| 22 Settembre 2015 | 0 Comments

Se ne andava tranquillamente a passeggio per le vie di Taurisano un giovanotto a bordo di un’Ape, la guida spregiudicata del motociclo a tre ruote insospettiva i carabinieri della locale stazione, che decidevano di inseguire il mezzo e di fermarlo.
La qual cosa è riuscita senza grande difficoltà, dopo aver chiesto i documenti e aver dovuto prendere atto che il giovane ne era sprovvisto, grazie alla targa sono risaliti al proprietario ed il mezzo ed è così stato appurato che il mezzo era stato rubato tempo fa.
Il ragazzo ha negato di essere l’autore del furto ed è stato denunciato per ricettazione, mentre il veicolo è stato sottoposto a sequestro.
Intanto i carabinieri stanno indagando per conoscere l’identità del ladro da cui il ragazzo denunciato avrebbe comprato l’ape.

 

 

 

 

 

 

Tre le persone denunciate durante un controllo alla circolazione stradale avvenuto in Ugento, i tre sono stati sorpresi con oggetti atti ad offendere, sono stati denunciati per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Un ragazzo di Taurisano, veniva segnalato alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanza stupefacente complessivamente sorpreso con gr. 0,5 di sostanza stupefacente del tipo eroina. Mentre in Taviano un ragazzo veniva trovato in possesso di nr. 10 fiale di nandrolone(sostanza dopante), pertanto veniva denunciato a PL per detenzione di sostanze dopanti assimilabili alle sostanze stupefacenti.

Infine due sono stati i soggetti denunciati all’Autorità Giudiziaria per “inosservanza ai provvedimenti”, altresì sono stati formulati alla locale Questura, sette(nr.7) proposte di rimpatrio per foglio di via obbligatorio.

AREA CENTRO 

TRASFERITO IL COMANDANTE DEL NUCLEO OPERATIVO E RADIOMOBILE

Dopo oltre due anni di comando, lascia l’incarico di Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli il Ten. Ferdinando Angeletti. Nei prossimi giorni l’Ufficiale andrà infatti ad assumere il Comando della Compagnia di Acqui Terme, in Provincia di Alessandria, realtà socio – economica profondamente diversa da quella salentina.

Nel corso del biennio trascorso a Gallipoli il Ten. Ferdinando Angeletti si è dovuto confrontare con la difficile realtà della Città Bella e dell’entroterra. Fra le innumerevoli attività di servizio condotte si ricordano la fase esecutiva dell’Operazione “Rewind” con l’arresto di 8 persone per spaccio di sostanze stupefacenti, l’operazione “Baia Verde” condotta assieme alla Sezione Anticrimine di Lecce e che ha disarticolato nella Città Bella il clan “Padovano”, l’operazione “Bingo”, condotta assieme al Reparto Operativo di Lecce e che ha permesso di individuare un’associazione a delinquere specializzata nei furti all’interno dei comuni, tra cui quello di oltre 1000 carte d’identità e di 12 pistole nel Comune di Gallipoli ed infine l’Operazione “Quei Bravi Ragazzi” che ha permesso, in breve tempo, di individuare ed arrestare cinque ragazzi del Beneventano, autori di una sanguinosa rapina ai danni di un ambulante pakistano.

SERVIZIO ANTICONTRAFFAZIONE

I militari della Stazione di Nardò e della Tenenza di Copertino, nell’ambito di un servizio straordinario a largo raggio disposto dalla Compagnia di Gallipoli, hanno nello scorso fine settimana deferito in stato di libertà tre soggetti: un giovane senegalese, classe 1973 N.O. PER I REATI DI CUI SOPRA IN QUANTO ESPONEVA E METTEVA IN VENDITA dieci borse e cinque portafogli di varie marche; due soggetti di nazionalità cinese (N.X. e L.X.) entrambi 33enni che, nei rispettivi negozi siti in Nardò esponevano e mettevano in vendita n. trenta borse contraffatte (il primo) e n. 80 giochi per bambini privi del marchio previsto dall’U.E. e della indicazione in lingua italiana dei materiali che li compongono e pertanto potenzialmente dannosi per la salute (il secondo). L’ ammontare del valore della merce è di circa 2.000 euro.

La merce contraffatta è stata sottoposta a sequestro.

 

DENUNCIATO UN 25ENNE ROMANO PER TRUFFA

 

I militari della Stazione di GALLIPOLI hanno quest’oggi deferito in stato di libertà C.M. 25enne romano, con l’accusa di truffa. L’attività trae origine dalla denuncia presentata da dottoressa di Gallipoli che aveva acquistato, su un sito internet, uno smartphone (IPHONE 6) di ultima generazione, per un valore complessivo di oltre 500,00 euro. Il medico aveva proceduto al pagamento, mediante sistema tracciato, del cellulare attendendo, invano, la merce. L’attività d’indagine messa in atto dai Carabinieri di Gallipoli ha permesso di risalire al denunciato che, tra il 03 ed il 06 agosto scorsi poneva in vendita su un portale di annunci ritenuto tra i più affidabili e sicuri, il telefono di cui sopra e, dopo una breve contrattazione con la sventurata acquirente, si faceva effettuare un bonifico di 500,00 euro sulla postepay evolution a lui intestata, senza però mai effettuare poi la spedizione della merce e cancellandosi dal sito di annunci nonché disattivando il numero di telefono usato per la contrattazione. Scoperto ed identificato il malfattore è stato denunciato in stato di libertà.

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento