ARRESTATO PER MOLESTIE

| 10 ottobre 2015 | 0 Comments

Una donna di Maglie, nel mese di gennaio 2014 aveva sporto una dettagliata denuncia ai carabinieri circostanziando pedinamenti, molestie nonché addirittura l’istallazione sul proprio veicolo di un apparato di localizzazione GPS da parte di Gianpiero Giustiziero, un 47enne di Maglie.
Condotta che ha causato poco dopo l’emissione del provvedimento cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima nei confronti dello “stalker”.
Ma la misura cautelare non ha sortito gli effetti sperati, poiché il Giustiziero ha continuato nella propria condotta persecutoria, al punto da costringere la donna a più integrazioni della precedente denuncia, che hanno permesso ai militari di raccogliere tutti gli elementi necessari per la richiesta di aggravamento della misura con l’emissione di un provvedimento restrittivo.
Infatti ieri pomeriggio a Sanarica  i Carabinieri della Compagnia di Maglie, hanno arrestato Gianpiero Giustiziero,  disoccupato, già noto alle forze dell’ordine per furto, ricettazione e detenzione abusiva di armi, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per il reato di atti persecutori. La misura cautelare è stata emessa dal dott. Tosi della Prima sezione del Tribunale di Lecce, su richiesta del sostituto Procuratore della Repubblica di Lecce, dott.ssa Roberta Licci.
L’uomo pertanto è stato raggiunto nella sua abitazione di Sanarica ed è stato tratto in arresto dai Carabinieri e, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento