LE FORZE DELL’ORDINE E I VIGILI DEL FUOCO LECCESI SONO IN DIFFICOLTA’

| 13 ottobre 2015 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo______

“Siamo sempre meno, con locali fatiscenti e Risorse insufficienti”.
I Poliziotti ed i Vigili del Fuoco Leccesi denunciano ancora una volta alle Istituzioni la grave situazione in cui versa la sicurezza nella Provincia di Lecce e comunicano la partecipazione alla Manifestazione Nazionale a Roma del 15 Ottobre;

Per quanto riguarda la Polizia di Stato, il Segretario del S.A.P. Carlo Giannini denuncia che le Risorse Umane sono insufficienti a garantire il Controllo del Territorio degno di tale termine; al momento non sono garantite turnazioni h. 24 nei Commissariati della Provincia di Lecce, nel capoluogo quotidianamente si riescono a formare uno due equipaggi a turno, quando anni fa ne uscivano sei per turno; per non parlare delle specialita’ quali Polstrada, Polfer e Postale, ben al disotto delle reali necessita’ di risorse umane; e vogliamo dire qualcosa sull’Ordine Pubblico? I servizi vengono coperti da personale degli Uffici, con eta’ media vicina ai cinquant’anni; eppure pochi mesi fa abbiamo letto di rinforzi di centotrentuno unita’ di rinforzo … CHI LI HA VISTI? Ora apprendiamo dai media che il Salento puo’ diventare  Distretto del Turismo e si vogliono accelerare le operazioni per non lasciare in mano della criminalita’ detto Comparto; ma con quali Risorse fronteggiamo la situazione?

E’ paradossale come in un lembo di terra circondato dal mare (Salento) si proponga di chiudere la Squadra Nautica, invece di rafforzarla ed utilizzarla a dovere; ad esempio con acquascooter, oppure utilizzare pattuglie motomontate nei periodi estivi; ma questi sono banali esempi di Organizzazione, invece in Italia prima si lancia lo spot mediatico, poi si vedra’ ….

Il Salento è Meta Turistica primaria in Italia; è giusto, è vero, ma quando riusciranno le Istituzioni preposte ad imporsi ai vertici Dipartimentali e far trasferire quei cinquanta/ cento Poliziotti giovani necessari per affrontare tali necessita’ territoriali? Solo e sempre a Milano ed a Roma ci sono le priorita’?

A seguito di mobilitazioni Sindacali con il S.A.P. sempre presente, si sono visti arrivare nelle ultime due stagioni dieci unita ministeriali nel periodo estivo, sufficienti soltanto a far respirare il personale del Commissariato di Gallipoli, ormai esausto.

Ricordiamo inoltre, che lo stabile della Questura è fatiscente, inadeguato; da anni denunciamo pubblicamente questa situazione, non credete che sia ora di muoversi?

_____________________________________________

Anche il CO.N.A.PO. di Lecce, per voce del Segretario Giancarlo Capoccia, protesta contro lo spreco continuo di denaro e gli ipotizzati tagli alle autopompe dei Vigili del Fuoco, salvaguardando invece poltrone c.d. perbene, e ritiene necessario provvedere all’unificazione del Dipartimento di Pubblica Sicurezza con quello dei Vigili del Fuoco unificando i Comparti di contrattazione inserendo i pompieri in quello della sicurezza con lo stesso trattamento delle forze di polizia ad ordinamento civile.

Inoltre, non ci stancheremo mai di evidenziare la cronica carenza di mezzi e la struttura obsoleta del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Lecce, problematica che da anni ha riempito i media e la stampa locale ma che a tutt’oggi sembrano irrisolte, con conseguente retrocessione del sistema di soccorso per i cittadini.

Per quanto sopra e per UN DIGNITOSO RINNOVO DEL CONTRATTO DI LAVORO

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento