PER IL POTENZIAMENTO DEL TRASPORTO LOCALE

| 24 ottobre 2015 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato della lista ‘L’altra Puglia’______

L’Altra Puglia si è fatta promotrice, insieme al Partito della Rifondazione Comunista, Sinistra Anticapitalista e Lecce Bene Comune, di una campagna di sensibilizzazione per il potenziamento del trasporto su rotaie nel Salento, oltre Lecce e oltre il Frecciarossa.

Dopo la robusta campagna mediatica che ha portato alla dichiarazione di intenti, da parte del Governo, di prolungamento della tratta del Frecciarossa fino a Lecce, occorre prendere atto che il turista che con quel mezzo dovesse arrivare a Lecce, si ritroverebbe catapultato in una dimensione, sicuramente romantica, ma oggettivamente paleolitica del viaggio. La stessa dimensione che caratterizza la quotidianità del pendolarismo locale salentino.

I collegamenti ferroviari tra il capoluogo salentino ed il resto della provincia sono presidiati dai treni delle Ferrovie Sud Est, con corse del tutto insufficienti e nel numero e nella frequenza. La società Ferrovie Sud Est, assieme ad altre, “assicura” con autobus ulteriori collegamenti su strada. Il servizio però anche in questo caso è del tutto insufficiente. Eppure il bacino potenziale di utenza, nel solo periodo invernale, è molto ampio, con quasi 100 comuni ed oltre 800mila abitanti, molti dei quali hanno necessità di raggiungere Lecce ed altri centri della provincia per motivi di studio, lavoro o altro.

Nel Salento e, in particolare, nella provincia di Lecce, non si lesinano risorse per realizzare nuove strade – vedi la Regionale 8, il raddoppio della SS275 Maglie-Leuca e la SS16 Maglie-Otranto – perseguendo politiche diametralmente opposte a quelle delle regioni più evolute, in Italia e all’estero, ove i collegamenti ferroviari locali e regionali sono invece frequenti e capillari. Devastare il paesaggio, colare asfalto, avvelenare l’aria che respiriamo, ridurre drasticamente la sicurezza degli utenti – oltre, in alcuni casi, a tombare rifiuti tossici – sembrano essere preoccupazioni prioritarie, rispetto all’efficienza e la sostenibilità del servizio di trasporto, che invece l’adeguamento tecnologico della linea già esistente e del materiale rotabile garantirebbero.

Per questi motivi abbiamo promosso una petizione, attraverso la piattaforma online Change.org (short link: http://goo.gl/aef9e5), dal titolo “Potenziare e rendere più efficiente il trasporto ferroviario nel Salento”. Con questa petizione chiediamo all’Amministratore Unico delle Ferrovie del Sud Est Srl, al Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, all’assessore regionale ai trasporti, Giovanni Giannini, al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Del Rio, che controlla al 100% l’azienda ferroviaria, ed al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, di impegnarsi concretamente per il rilancio ed il potenziamento dei servizi su rotaie di Fse. Chiediamo nuove motrici e nuovi convogli, orari di copertura del servizio più ampi e tali da soddisfare le esigenze di una variegata utenza, biglietti ed abbonamenti dai costi più contenuti. Chiediamo inoltre di attivarsi perché davanti alle principali stazioni ferroviarie della provincia vi siano biciclette elettriche ricaricabili, fruibili dagli stessi passeggeri.

 

 

 

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento