TEATRO / UN BARATTOLO PIENO DI LUCCIOLE ALLA MASSERIA PROVENZANI DI TREPUZZI LUNEDI’ 7

| 5 dicembre 2015 | 0 Comments

(Rdl)______Sarà la Puglia, grazie all’iniziativa di R.I. S.p.A. e Circolo Culturale Galileo di Trepuzzi, ad ospitare un nuovo appuntamento con lo spettacolo Un barattolo pieno di lucciole, tratto dall’omonimo romanzo di Donata Carelli che ripercorre la storia d’amore tra il noto giornalista Igor Man e sua moglie Mariarosa Carreri.

Lunedì 7 dicembre, alle ore 19, presso lo splendido scenario della Masseria Provenzani, sulla strada Trepuzzi-Casalabate, prenderanno vita i racconti di una vita straordinaria, tenuti insieme dal filo conduttore dell’intervista all’autrice.

Un barattolo pieno di lucciole si connota, infatti, come un prodotto a metà tra una mise en éspace, senza però trascurare l’aspetto delle scene e dei costumi, e un’intervista all’autrice dell’omonimo libro da cui è tratto, ossia la scrittrice e sceneggiatrice Donata Carelli.

Lo spettacolo, nato dal format “Parole di carta” ideato dalla giornalista Silvia Frisina per il Teatro Opera Prima di Latina, prende le mosse dal romanzo della Carelli che racconta la storia d’amore, contrastata ma tenace, del noto giornalista di guerra, catanese, Igor Man (figlio dello scrittore Tito Manlio Manzella) celebre firma de La Stampa, con Mariarosa Carreri, nobildonna e storica dell’arte. Sullo sfondo, una magnifica Roma del dopoguerra e cinquant’anni di storia italiana ed internazionale, tra aspri conflitti come quello in Vietnam ed incontri con figure del calibro di Gheddafi, Arafat, Marilyn Monroe e molti altri.

Quattro fisarmoniche apriranno la scena sulle note di celebri pezzi degli anni ’50 e ’60, quando, tra Via Veneto e Via Margutta, impazzava la dolce vita e faranno da sostegno all’attrice che interpreterà Mariarosa e che avrà il compito di evocare atmosfere dal sapore contrapposto, giocando con ilarità dirompente o trascinando lo spettatore in racconti suggestivi o struggenti.

L’armonia del racconto è tenuta insieme dal dialogo tra l’autrice del libro Donata Carelli e la giornalista Silvia Frisina che sono parte integrante di una sinfonia di voci polifoniche che daranno vita a questo particolarissimo concerto-spettacolo. “Un barattolo pieno di lucciole” fonde in un unico contenitore tre diversi aspetti artistici per una visione mai statica ma arricchita da questa particolare forma.

La voce recitante è quella di Zahira Silvestri, colonna portante della Compagnia Opera Prima, che dialogherà con le fisarmoniche dell’AccoEnsémble, al secolo Fabrizio Causio, Stefano di Loreto, Raffaele Esposito e Marcello Paolo Guarnacci, talentuosi musicisti pontini. l’allestimento è a cura di Agnese Chiara D’Apuzzo, anima vitale della Compagnia Opera Prima così come Andrea Grassi a cui sono affidate fonica e luci.

Sarà presente Federico Manzella, figlio di Igor Man e Mariarosa Carreri.

Ingresso su invito.

Category: Costume e società, Eventi, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento