LA CITTA’ DISPERATA / UN APPELLO

| 23 dicembre 2015 | 0 Comments

di Carlo Infante______

Da alcuni anni conosciamo questa tragedia familiare e non ci siamo potuti che rabbuiare allorquando, stamane a Lecce (proprio in una delle più centrali arterie dello shopping natalizio: via Oberdan, in prossimità di piazza Mazzini), abbiamo letto, ancora, il seguente appello di Andrea:

SONO UN RAGAZZO ORFANO DI PADRE CHE CERCA DI SOPRAVVIVERE CON A CARICO MIA MADRE (ANZIANA E GRAVEMENTE AMMALATA) E MIA SORELLA DISOCCUPATA – VIVIAMO VERAMENTE IN ESTREMA POVERTA’.

NON CERCO IL BENESSERE MA SOLTANTO LA POSSIBILITA’ DI DARE IL PANE A QUEL CHE RIMANE DELLA MIA FAMIGLIA E NON FAR FINIRE MIA MADRE IN MEZZO ALLA STRADA PERCHE’ NON ABBIAMO I SOLDI PER L’AFFITTO, PUR DI TROVARE LAVORO MI SONO UMILIATO IN VARI MODI, HO PERSO LA DIGNITA’ PER TENTARE DI PORTARE UN PO’ DI SPERANZA A CASA.

SONO SEMPRE STATO ONESTO E LO RIMARRO’ SEMPRE.

NON VOGLIO SOLDI MA ACCETTO UN QUALSIASI LAVORO OVUNQUE ESSO SIA.

VI PREGO AIUTATECI A RIALZARCI GRAZIE.

ANDREA (CELLULARE: 380 / 3689119) – famiglia.disperata@gmail.com

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento