CONTROLLI SUL TERRITORIO DEI CARABINIERI DI CASARANO

| 10 Febbraio 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Nelle ultime ore i Carabinieri della Compagnia di Casarano, in tutti i Comuni di competenza, hanno effettuato una serie di controlli, anche con l’impiego di Unità Cinofile. Eccone gli esiti.

A Ugento, attraverso le immagini del sistema di videosorveglianza del locale pubblico in cui era avvenuto il furto di un telefonino, è stata identificata e denunciata quale autrice, una donna di ventotto anni; il telefonino è stato recuperato e riconsegnato al legittimo proprietario.

A Ruffano i militari effettuavano un’indagine telematica a seguito di una inserzione fraudolenta di un telefono cellulare su un famoso network di vendita. In particolare l’oggetto veniva offerto ad un prezzo molto inferiore a quello di mercato previa realizzazione di una ricarica postepay. La vittima dopo tale operazione riceveva un pacco vuoto a casa, ma grazie agli accertamenti svolti si identificava il 24enne truffatore, di origini campane.

A Collepasso, sempre a seguito di una inserzione di vendita in internet di un telefono cellulare, i militari hanno identificato S. F. 55 anni, quale responsabile della truffa posta in essere mediante l’accreditamento sul proprio conto corrente bancario di 350 euro per la vendita, cui non era seguita la consegna della merce acquistata.

A Parabita durante un servizio di polizia stradale i militari sorprendevano C. B. 27 anni, a bordo di una Vespa con telaio abraso. Dagli accertamenti svolti veniva accertato il provento furto ed infatti il legittimo proprietario riconosceva subito il proprio ciclomotore appena gli veniva fatto visionare. Nella circostanza il denunciato veniva tra l’altro sottoposto a perquisizione e nei pantaloni dei jeans si rinveniva un coltello a serramanico di lunghezza complessiva di 21 cm.

Quattro le persone denunciate a Taviano e Racale per guida con patente mai conseguita o revocata; sei le persone denunciate dal Nucleo Radiomobile di Casarano per guida in stato di alterazione psicofisica da assunzione di sostanze stupefacenti o dal rifiuto a sottoporsi alla prevista verifica, mentre tre sono i denunciati a Casarano e Taviano per violazione dei sigilli poiché si accertava che i predetti in qualità di custodi giudiziari di veicoli già sottoposti a sequestro, li rivendevano o comunque li alienavano.

Nell’ambito del contrasto alla contraffazione veniva sorpreso a Racale D.K., 34enne senegalese, intento a vendere nella locale piazza Beltramo, varia merce contraffatta tra cui 12 paia di scarpe delle più note marche Nike, Adidas ed Armani.

Le unità cinofile impiegate anche all’interno degli istituti scolastici per contrastare lo spaccio ed il consumo di droghe tra gli adolescenti, consentivano la scoperta, in seguito anche a perquisizioni estese anche alle abitazioni di quattro persone, di 1gr di cocaina, 16gr di Marijuana e 4gr di Haschish. I detentori sono stati segnalati alla Prefettura di Lecce quali assuntori di sostanze stupefacenti.

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento