DIRITTO DI REPLICA / QUALITÀ DELL’ARIA, L’ ASSESSORE RISPONDE ALLE ACCUSE

| 11 febbraio 2016 | 0 Comments
(v.m.)______L’assessore  Andrea Guido del Comune di Lecce così ci scrive: “In riferimento agli articoli apparsi sui media locali relativi all’interpellanza del consigliere comunale leccese Antonio Rotundo inerente l’ipotetico inquinamento atmosferico in città ho il dovere di fornire i seguenti chiarimenti.
La centralina di Piazzetta De Santis non esiste più in quanto ARPA Puglia rilevò qualche anno addietro che il sito non era conforme alle direttive del D.Lgs n.155 del 2010.
In sostanza le rilevazioni non erano attendibili per via dell’effetto canyon causato dalla determinata morfologia urbana dell’area in questione. La dismissione della centralina, quindi, non avvenne in seguito all’arbitrio del Comune ma fu dettata dalla non conformità alla normativa di attuazione di una direttiva comunitaria. Questo è il principale motivo per cui Antonio Rotundo non può assolutamente richiamare gli sforamenti del 2008, in aggiunta al fatto che sono passati ben 8 anni. Alla luce di ciò e, soprattutto, tenendo presente che la centralina in questione fu rimpiazzata con un’altra installata a pochi metri di distanza, in Piazza Libertini, tutt’ora attiva, mi dovrebbe spiegare il consigliere Rotundo in base a quali presupposti o motivazioni reali l’Amministrazione Comunale dovrebbe richiedere all’Agenzia Regionale ARPA un monitoraggio attraverso unità mobili, ammesso che la stessa agenzia sia attrezzata nel poterlo realizzare”.
Poi continua ancora l’assessore:
“Ringrazio, comunque, Rotundo per la sua puntuale e proficua attività di opposizione perché sta a dimostrare che oggi esiste una costruttiva e democratica dialettica in seno al Consiglio Comunale, ma devo comunque rilevare che interventi di questo tipo rischiano di provocare falsi allarmismi tra i cittadini e lasciano intendere ai lettori che da parte dell’Amministrazione Comunale ci sia disattenzione o addirittura indifferenza sulla questione della qualità dell’aria che respiriamo. Non è così invece”.

Category: Politica

Lascia un commento