STAR BENE CON GUSTO / I CONSIGLI DI ARTURO

| 13 marzo 2016 | 0 Comments

Oggi altro piatto unico, da trasmigrare da pranzo a cena, perciò meglio abbondare. Una variante a modo nostro, più facile, leggera, economica e vegetariana, di celebri preparazioni.

Occorrono 400 grammi di riso per risotti, 320 di fagioli borlotti, 500 di pomodorini, 200 g sedano, 100 di carote, 160 di cavoli verza, 300 di pane duro,  1oo di burro, e un mezzo bicchiere di vino rosso.

Disponete i fagioli borlotti, vanno benissimo quelli in barattolo, lavate e tagliate in due i pomodorini, quindi lavate e tagliate il sedano.

Pelate le carote e tagliatele prima a metà nel senso della lunghezza e poi a tocchetti, poi prendete la verza, togliete le foglie più esterne, privatela del torsolo centrale e tagliatela a listerelle non troppo piccole.

Spezzettate il pane a bocconcini.

Riponete tutto in una pentola alta, aggiungendo acqua fredda fino a coprire tutti gli ingredienti, un po’ di sale, un po’ più di pepe, o peperoncino rosso, secondo gusti, e ancora di più fettine di cipolla finemente tritate.

Lasciate cuocere a fuoco lento, regolandovi a vista e alla fine aggiungete il riso che avrete cotto a parte.

Alla fine unite il burro e il vino rosso, facendo cuocere per altri cinque minuti.

Fate riposare e servite tiepido.

A pranzo, dopo, due mele; a cena, dopo, una dozzina di noci.

Category: Costume e società

Lascia un commento