BENEVENTO-CASERTANA/ UN SEI A ZERO CHE NON CONVINCE NESSUNO. E CORVINO TUONA: “Inaccettabile”

| 14 marzo 2016 | 0 Comments

Foto da: sportacasertano.it

di Laura Ricci____

Il calcio è strano, si sa, ma certe volte lo è in maniera eclatante e sospetta: è il caso del big match di ieri che ha visto sfidarsi nel girone C di Lega Pro le due campane Benevento e Casertana.

L’incontro era sotto i riflettori in quanto disputato fra la prima (Benevento) e la seconda in classifica (Casertana) e avrebbe inciso notevolmente sul proseguo di un campionato in bilico con il Lecce che, alla luce della vittoria ottenuta contro il Monopoli, attendeva da provvisoria capolista il risultato del match.

La situazione dopo la vittoria del Lecce e prima dell’incontro di ieri, precisamente, era questa:

1 Lecce 49 punti
2 Benevento 47 punti
3 Casertana 46 punti

L’esito di Benevento-Casertana era destinato a ridisegnare la classifica in qualsiasi caso, e così è stato: gli stregoni hanno sbaragliato gli avversari con una vittoria a dir poco spropositata per sei a zero.

Tante reti segnate non possono far altro che monopolizzare l’attenzione e far sorgere una domanda: come può la Casertana, seconda in classifica e a meno un punto dal Benevento, subire sei reti senza segnarne nemmeno una?

Le perplessità dell’intero pubblico di Lega Pro aumentano alla luce del fatto che, oramai, è impressione di tutti che la sfida per il primo posto sarà una corsa a due tra Lecce e Benevento; in caso di arrivo alla meta a pari punti, la differenza reti risulterebbe un fattore fondamentale per decretare la vincitrice diretta del campionato.

Dubbi e diffidenza sono stati poi alimentati dalle dichiarazioni di Pasquale Corvino (in foto), presidente della Casertana, che in conferenza stampa ha definito “vergognoso” il risultato e, sopratutto, l’atteggiamento di alcuni (due o tre) giocatori scesi in campo “già arresi”.

Parlando di sdegno e risentimento a livello personale in quanto presidente dei falchetti, ma usato solo “come parafulmine” di situazioni sgradevoli come quella avvenuta ieri allo stadio, Corvino ha lasciato intendere senza troppi giri di parole che qualcosa non è andata come si aspettava e che l’esito dell’incontro fosse stato già deciso prima di scendere al “Vigorito” di Benevento.

Il polverone malamente sollevato dai due club campani non è passato inosservato ed è molto probabile che il Lecce, adesso al secondo posto a meno uno dal Benevento, possa avanzare per vie legali per fare chiarezza sull’accaduto.

 

Category: Sport

Lascia un commento