FALCO PRONTO A VOLARE ALTO SU CAVALLINO

| 24 marzo 2016 | 0 Comments

(Rdl)______Giampaolo Falco (nella foto), 36 anni, ingegnere civile, è il candidato a sindaco di Cavallino per il M5S, scelto dal locale meetup.

Laureatosi a Parma, dopo un’esperienza lavorativa al Nord, Falco ha deciso di tornare nel Salento, richiamato dal legame con la terra d’origine e sicuro di poter contribuire in prima persona ad un rilancio delle potenzialità locali.

Il neo candidato a sindaco ha sintetizzato alcuni punti del programma, imperniato sull’ambiente, in una dichiarazione.  Eccola.

Su Cavallino insistono ben due discariche autorizzate che hanno già raggiunto il livello massimo di capienza, senza contare che al confine con Lecce sono sepolti ancora i rifiuti della ex-Saspi e che cumuli di rifiuti continuano ad essere abbandonati in discariche abusive.

Tutto ciò è avvenuto senza mai informare i cittadini attraverso la divulgazione dei dati scientifici sulla qualità delle componenti ambientali, soprattutto aria ed acqua.

Noi continuiamo a dire no al nuovo progetto per l’ennesima discarica su Cavallino e no ai termovalorizzatori; proponiamo, così come già avviato a livello nazionale e regionale, una nuova strategia di gestione dei rifiuti solidi urbani con maggiore attenzione verso la sostenibilità ambientale e socio-economica e con l’obiettivo di creare una nuova e più distribuita economia del settore attraverso azioni di INFORMAZIONE, FORMAZIONE E COINVOLGIMENTO DEI CITTADINI, RIDUZIONE, RIUSO, RICICLO e CONTROLLO“.

 

 

 

Poi aggiunge: “Non sono i rifiuti l’unica criticità di Cavallino, basti pensare alla viabilità, ai collegamenti pubblici con Lecce, scarsi, ma anche una piazza ampia e vuota. La nostra idea sarebbe quella di riempire la piazza, rendendola più vivibile per tutti, attraverso l’istituzione di parcheggi per disabili, l’introduzione della sosta a tempo (non a pagamento) e, se voluto dai cittadini, la pedonalizzazione domenicale del centro”. Infine sulla cultura: “Le politiche culturali, sportive e giovanili saranno discusse e concordate coi cittadini, tramite apposite consulte. Castromediano avrà un ruolo di primo piano, calamitando gente da tutta la Provincia attraverso un migliore sfruttamento delle strutture esistenti. In cultura non spenderemo, come fatto finora, ma investiremo, certi che ci possa essere un ritorno (economico oltre che di aggregazione sociale) per tutti i cittadini, e non d’immagine per pochi”.

 

 

 

 

Category: Politica

Lascia un commento