banner ad

POST LECCE-AKRAGAS / LO SCONFORTO NEGLI OCCHI DI MOSCARDELLI E BLEVE: “Ci prendiamo un punto amaro”

| 11 aprile 2016 | 0 Comments

di Laura Ricci_____

Quello di sabato contro l’Akragas è stato un pareggio dal sapore amarissimo per i salentini, scesi in campo per vincere contro una squadra sulla carta innocua, poi rivelatasi un muro di fronte ai tentativi del Lecce.

Moscardelli, visibilmente abbattuto nel post gara per il pareggio e per non essere riuscito a sbloccare il match, ha commentato così il risultato che allontana i suoi dal primo posto: “Definirla amarezza è poco, potevamo giocare altre due ore e mezzo, ma il pallone non sarebbe entrato.

Nelle ultime partite in casa pensavamo di fare altro per rimanere attaccati al sogno del primo posto. Vediamo la partita del Benevento lunedì e poi tiriamo i conti.

Ci prendiamo un punto amaro.

Da vero leader e campione, l’attaccante leccese ci ha poi messo personalmente la faccia: “Abbiamo avuto il pallino del gioco, ci abbiamo provato in tutti i modi ma non siamo riusciti a buttarla dentro, un po’ per sfortuna, un po’ per demerito mio, un po’ per bravura del portiere.

Ho cercato di creare spazi per i compagni, stavamo sfruttando bene le fasce, ma quando mi è arrivata l’ occasione non l’ho saputa sfruttare”.

Concludendo, però, il bomber giallorosso ha voluto tirarsi su: “Non molliamo, non si può buttare buttare via quello che di buono che abbiamo fatto, adesso è il momento di raccogliere tutte le energie per lo sprint finale e aspettiamo l’ ultima giornata per vedere che cosa possiamo fare.”

Il portiere Marco Bleve, sostituto dell’infortunato Perucchini, si è reso protagonista di una parata provvidenziale proprio allo scadere del secondo tempo e ha descritto così l’episodio: “All’ultimo sarebbe stato proprio brutto subire un goal, ci è andata anche bene.

A primo impatto avevo l’istinto di uscire, poi ho ragionato un attimo e ho deciso di stare in porta e giocarla sull’ uno contro uno perché il mio compagno era stato molto bravo a portare l’attaccante dell’Akragas sul piede sinistro che non è il suo preferito.

Il risultato? Ci teniamo stretto il punto, rimane amarezza perché una partita cosi se la rigiochi non finisce zero a zero.

Il loro portiere ha giocato un ruolo determinante, siamo abituati a trovarci di fronte squadre agguerrite che contro di noi danno il massimo; contro il Lecce si esaltano, sembrano tutti Buffon e Maradona”.

 

 

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad