banner ad

“Ha tre figli, non può approfondire i problemi…E suo padre non pensò ai bambini degli altri”. LA CAMPAGNA ELETTORALE A SINDACO DI BRINDISI INIZIA COL BOTTO

| 16 aprile 2016 | 0 Comments

(Rdl)______Dopo l’ infelice frase di Guido Bertolaso su Giorgia Meloni, che a suo dire avrebbe fatto meglio a stare a casa a fare la mamma, retaggi di maschilismo sessista fanno tutta quanta la via Appia e arrivano a Brindisi. Con l’ aggiunta specifica di una larvata accusa di genocidio. Scusate se è poco.

Un altro esponente di centro – destra, contro un’ altra donna della stessa area, ma avversaria – rivale, per le amministrative del 5 giugno; e che dopo la sparata, cercando di rimediare, si allarga a prefigurare responsabilità terribili.

Lui è Nicola Massari (nella foto), avvocato, un passato da consigliere provinciale per l’ Italia dei Valori, oggi presentato quale candidato a sindaco di una coalizione che vede insieme Forza Italia, Fratelli d’ Italia e Noi con Salvini.

Lei è Angela Carluccio, avvocato, figlia di Bruno, sindaco dal 1980 al 194, tre figli, da alcuni giorni scelta con le primarie da una coalizione di centro e “moderati”, cui aderiscono anche i ‘Conservatori e riformisti’.

Parlando questa mattina proprio in occasione della presentazione della sua candidatura per il centro destra, Nicola Massari ha così parlato a proposito dell’ Enel:
Se vincesse l’avvocatessa Carluccio, che continua a parlare di convenzioni, quando le convenzioni non c’entrano più nulla, significa che non sa neppure di quello di cui parla. Evidentemente ha tre bambini e non ha il tempo di approfondire“.
Dopo qualche momento di auto – imbarazzo, subito dopo ha così cercato di rimediare, puntando decisamente sugli effetti nocivi della centrale di Cerano:
Non vorrei dire come Bertolaso, per l’amor di Dio, ma uno che si candida a sindaco, almeno un punto studiatelo e vienicelo a dire. Ma non può impostare una campagna elettorale dicendo io ho tre bambini? Cara collega Carluccio, tuo padre quando ha autorizzato la centrale ha pensato ai bambini degli altri?”.

Al momento, la destinataria degli apprezzamenti non ha reagito, almeno pubblicamente.

 

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad