banner ad

MAXI EVASIONE FISCALE SCOPERTA A BRINDISI

| 9 maggio 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Fingevano che il carburante fosse destinato a motopescherecci, per evadere le imposte, dal momento che quello per la pesca è esente da tasse. In tre anni, dal 2011, al 2014, un milione ottocentomila euro di IVA evasa, tre milioni di litri di gasolio immessi reimmessi di frodo sul mercato.

Questa l’ accusa che ha portato la procura della Repubblica di Brindisi ad emettere nove ordinanze di custodia cautelare, eseguite  in mattinata dalla Guardia di Finanza, insieme a sequestri per un milione e mezzo di euro di beni dei presunti responsabili, a scopo cautelativo. Altre cinque persone risultano indagate a piede libero. Secondo l’ accusa, a capo dell’ associazione a delinquere, Luigi Velletri, 55 anni, di Fasano, titolare di una società di bunkeraggio, delegata alla rivendita di gasolio destinato ai pescherecci nei porti di Monopoli, Savelletri e Brindisi. Gli altri arrestati – ma tutti ai domiciliari – sono proprietari o comandanti dei pescherecci.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad