L’ ONDATA DI MALTEMPO ABBATTUTASI IERI SULLA PUGLIA HA CAUSATO GRAVI DANNI ALL’ AGRICOLURA. SI STUDIANO PROVVEDIMENTI ADEGUATI

| 21 maggio 2016 | 0 Comments

(Rdl)______Sull’ ondata di maltempo abbattutasi ieri sulla Puglia (nella foto, l’ incredibile grandinata di Putignano), è intervenuto oggi il presidente del consiglio regionale Mario Loizzo, del Pd, che parla di “una stagione da dimenticare per l’agricoltura, un’annata ‘dannata’ in particolare per la cerasicoltura”, e, ancora, di “scenari post bellici nelle nostre campagne, che sembrano devastate da una guerra. Già eravamo in difficoltà, ora è arrivato il colpo di grazia“.

Che fare? Secondo Loizzo, “oltre alla dichiarazione di calamità occorre perciò cominciare a pensare a misure di intervento straordinario all’interno dei fondi per l’agricoltura. Bisogna trovare tutte le forme di sostegno possibile e dare agli interventi un carattere di eccezionalità“.

E ancora: “per quanto riguarda i danni pesanti anche alla viabilità e i rischi di allagamenti nelle città, è bene che ci sia da parte dei sindaci e degli assessorati regionali una stretta attenzione alla manutenzione ordinaria, altrimenti poche ore di pioggia, sia pure intensa, possono determinare danni ed anche causare vittime”.

Sull’ argomento, c’è stata pure una dichiarazione dell’ onorevole Rocco Palese, dei ‘Conservatori e riformisti’: “L’agricoltura pugliese, ed in particolare il comparto cerasicolo che rappresenta una delle principali voci di esportazione, è stata messa in ginocchio dal violento nubifragio di ieri pomeriggio.

La Giunta regionale pugliese si riunisca ad horas, faccia il punto della situazione con i Sindaci e deliberi lo stato di calamità naturale per i territori maggiormente colpiti, in modo che il Consiglio dei Ministri, già nella prossima seduta, possa dichiarare lo stato di emergenza. Parliamo di un settore cruciale dell’economia pugliese, negli ultimi anni devastato da emergenze varie, tra cui la Xylella, ma anche bistrattato da Regione e Governo, la prima colpevole del gravissimo ritardo sulla programmazione dei fondi europei destinati all’agricoltura, il secondo troppo debole in Europa per difendere le nostre produzioni. Il nubifragio di ieri è il colpo di grazia, occorre quindi, almeno su questo, che Regione e Governo facciano in fretta a far arrivare ristori agli agricoltori che hanno perso i raccolti”.

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad