L’ INCHIESTA / IL TWIGA TWIGA DEI BILLIONAIRINI SALENTINI / 5 – Mi manda papà

| 5 Giugno 2016 | 0 Comments

di Giuseppe Puppo______

Le ‘colpe’ dei padri NON ricadano sui figli. Non c’è bisogno di scomodare Edipo Re e Sofocle della tragedia greca.  Semplicemente, terra terra, parlerò del figlio, e basta, con un solo piccolo, necessario, anzi indispensabile nella fattispecie, inquadramento.

Proseguendo nella conoscenza dei soci, eccoci a quelli giovani.

Eccoci dunque a Lugi De Santis (nella foto), 27 anni, nato a Poggiardo e residente a Maglie, figlio di Roberto: Roberto De Santis, l’ imprenditore salentino storico amico e sodale di Massimo D’Alema, con iniziative molteplici in pressoché tutti i settori, petrolio, gas e sanità in primo luogo, e tutto il territorio nazionale, con apoteosi a metà degli anni Novanta, quando già si parlava di lui come il capo della ‘sinistra degli affari’, di cui Massimo D’ Alema, appunto, era il capo politico, e successive iniziative oramai ultradecennali, di cui, per riferire, un libro non basterebbe, ci vorrebbe un’ enciclopedia.

Punto.

Come il padre, anche il figlio è riservato, schivo, attento a evitare foto, notizie, dichiarazioni mediatiche, tutte quante rarissime.

Di lui pubblicamente si sa ben poco.

Che si è specializzato in Svizzera, a Losanna, con un master in un prestigioso istituto di gestione marketing e programmazione delle imprese turistiche, dove sta per specializzarsi anche il fratello minore Francesco.

Ha detto di loro il padre, in una più unica che rara, brevissima, lapidaria esternazione pubblica, ha detto solo questo e basta – evidentemente, doveva essere proprio motivato – recentemente ( il 17 marzo, parlando con Lello Parise di ‘Repubblica’) proprio a proposito  del Twiga: “Ho fissato ai miei figli un appuntamento con Flavio Briatore e hanno chiacchierato. Ecco tutto. Per il resto, io non c’entro un bel niente”.

Punto e di nuovo punto.

Che è amico di Francesco D’ Alema, secondogenito di Massimo, amministratore unico dell’ azienda agricola e vinicola del padre.

Che gestisce già – egli, Luigi – un’ attività turistica, a cinque stelle (nel senso di struttura alberghiera, ovvio) insieme alla famiglia, la Tenuta Furnirussi, oltre ad essere manager titolare di altre strutture alberghiere. Che poi, insomma, sempre dai soldi della famiglia devono venire.

Furnirussi si trova a Serrano, vicino Carpignano Salentino, con un’ azienda agricola, e produzione di fichi annessi, alla struttura degli appartamenti – albergo, e naturalmente centro fitness, massaggi, idromassaggi, ristorante esclusivo e quant’ altro del genere.

La società di famiglia che entra nell’ affare Twiga di Otranto si chiama FLG INVEST. E’ una srl, costituita il 3 settembre 2015, capitale sociale 10.000 euro, con sede a Roma, in via della Scrofa 57; tanto per capirci, siamo fra Fontana di Trevi, Piazza Navona e il Pantheon, nel centro più pregiato ed esclusivo della capitale. Iscritta dunque alla Camera di Commercio di Roma. Campo di attività: “qualunque  operazione commerciale, industriale, finanziaria, mobiliare ed immobiliare, e fare, senza restrizione alcuna, tutto quanto necessario e utile al raggiungimento dell’ obiettivo“.

Socio maggioritario, col il 34%, Luigi De Santis, che ne è anche amministratore unico; gli altri due soci, ognuno on il 33%, sono il fratello Francesco, e la sorella Gloria.

***

Con Luigi De Santis, gli altri due giovani del progetto sono Gabriele Sticchi ed Emanuele Abbondio Moscara (nella foto). Sono amici, tutti e tre, e Sticchi e Moscara, insieme all’ amico, gestiscono un locale – ritrovo discoteca a Otranto, Il Maestrale.

E di loro nient’ altro di significativo è dato al momento disporre. Ma adesso che arriverà il Twiga ad Otranto, qualche altra cosa buona e anzi migliore combineranno di sicuro. Piccoli imprenditori crescono. Coi soldi di papà.

( 5 – continua domani )

LE PRECEDENTI PUNTATE SONO STATE PUBBLICATE

L’ 1 GIUGNO /1 – Il club separè

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/06/01/twiga-otranto/

IL 2 GIUGNO /2 – La penisola dei famosi

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/06/02/l-inchiesta-il-twiga-twiga-dei-billionairini-salentini-2-la-penisola-dei-famosi/

IL 3 GIUGNO /3 – Sostiene De Santis

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/06/03/seguito/

IL 4 GIUGNO / 4 – Pozzi di soldi

http://www.leccecronaca.it/index.php/2016/06/04/seguito-successivo/

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi, reportage

Lascia un commento