I NAS CHIUDONO DUE STRUTTURE PER ANZIANI

| 13 Agosto 2016 | 0 Comments

(g.m.)______Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità hanno controllato alcune strutture che si occupano dell’assistenza agli anziani, tra cui case alloggio e residenze socio-sanitarie assistenziali e hanno riscontrato numerose violazioni di legge, per due in particolare.

La prima, di Lecce città, aveva chiesto l’autorizzazione ad operare quale Centro diurno, ma essa aveva già iniziato a funzionare, ed inoltre, pur essendo catalogata come struttura diurna per persone autosufficienti (e quindi senza la necessità di personale medico e infermieristico con tutti gli adempimenti del caso), tra i cinque anziani presenti ve ne erano due che già da giorni pernottavano nella struttura: con ciò configurando così l’esistenza di una casa di riposo abusiva, priva proprio dei requisiti strutturali ed organizzativi necessari.

Al titolare della struttura sono state contestate le violazioni di carattere penale, e contestualmente gli anziani ospiti sono stati fatti tornare, con l’ausilio dei familiari, presso le proprie abitazioni.

Una situazione del genere è stata riscontrata anche ieri in un’altra struttura, situata a Monteroni, ma gestita da una cooperativa di Carmiano.

Benché registrata come casa-alloggio di intrattenimento per autosufficienti, ospitava da tempo circa una decina di persone non autosufficiente, alla cui assistenza anche infermieristica provvedevano due semplici dipendenti senza la qualifica di infermiere.

Sono stati denunciati per “esercizio abusivo di professione sanitaria”; il presidente della cooperativa invece è stato denunciato sia per “concorso in esercizio abusivo di professione sanitaria”, sia “mancata comunicazione all’Autorità di pubblica sicurezza delle generalità delle persone alloggiate”; anche questa struttura è stata chiusa, e gli ospiti affidati ai loro familiari.

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento