IL MURO DELLA DISCORDIA. IL PROBLEMA EPOCALE, ORMAI, DELL’ IMMIGRAZIONE FA DISCUTERE NON SOLO IN ITALIA, MA IN TUTTO IL MONDO, DAGLI USA, ALL’ INGHILTERRA, LA’ DOVE NON CE LO SAREMMO MAI ASPETTATO. SIAMO ANDATI A SENTIRE COSA PENSANO GLI INGLESI DELLO SBARRAMENTO DECISO DAL LORO GOVERNO

| 8 Settembre 2016 | 0 Comments

di Elena Vada (inviata a Londra)______

Il modello dell’ integrazione e dell’ assimilazione britannico non regge più, di fronte agli ultimi sconvolgimenti.

faranno qualcosa, il governo ha già deciso.

Ma in una cappa di fumo di Londra di polemica. Fumo e nebbia.

Stamattina nebbia, oggi nuvolo, e pioviggina.

Mi dicono 15 gradi, comunque fa freddino.

Abbiamo demolito un muro da relativamente poco,  il crollo del Muro di Berlino segnò la fine di un’ epoca: e però ora BRITISH, si apprestano a costruirne UNO NUOVO a CALAIS, per evitare lo sbarco degli extracomunitari, che rischia di segnarne un’ altra.

Construction is soon to begin on a “big new wall” in Calais following a surge in the number of migrants trying to get across the Channel, the Government has announced.

The 13ft (4m) high concrete barrier will be funded by Britain at a cost of £2 million, and will stretch over a half a mile along the main dual carriageway approaching the ferry port. Work is expected to begin as soon as this month. (The Telegraph)

(Costruiranno un grande muro, che costerà agli inglesi due milioni di sterline, per evitare l’entrata degli emigranti. Il Governo ha annunciato che i lavori cominceranno, al massimo, tra due mesi)

Racconterò tutto, soprattutto i commenti, il tempo di preparare anche qualche intervista.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento