DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 21 Settembre 2016 | 0 Comments

ITALIA______
RAVENNA – Colpita a bastonate, trascinata giù per le scale, finita nello scantinato da un omicida che ha infierito sul suo capo. È morta così Giulia Ballestri, ravennate di 40 anni compiuti sabato scorso, trovata morta a Ravenna dopo che i familiari, che non avevano sue notizie da un paio di giorni, hanno dato l’allarme. Un omicidio realizzato con “violenze quasi inaudite”, per dirla con le parole del procuratore capo della città romagnola, Alessandro Mancini. Per il delitto è stato fermato il marito: Matteo Cagnoni, 51 anni, noto dermatologo di una famiglia abbiente e conosciuta anche a Firenze, di cui è originario. I due si stavano separando, lei voleva il divorzio. L’uomo è stato fermato proprio nel capoluogo toscano con l’accusa di omicidio aggravato della moglie, ma anche di occultamento di cadavere, per via della posizione nella quale è stato trovato il corpo.

ITALIA______
BRESCIA – Dopo due anni di indagine, la Guardia di Finanza di Brescia ha chiuso un’operazione antidroga che ha portato all’arresto di novantanove persone e al sequestro di quasi cinque tonnellate di droga tra cocaina, eroina, marijuana e hashish e ai sequestri di beni per oltre un milione di euro. Ad essere individuate e sgominate sono state cinque organizzazioni criminali con ramificazioni internazionali che rifornivano di droga le cosche italiane.

MONDO______
LIBIA – Torna l’incubo dei rapimenti di cittadini italiani in Libia. Ieri la notizia del sequestro di due tecnici italiani e di un cittadino canades, rapiti da sconosciuti armati e mascherati, nel sud del Paese al confine con l’Algeria. Gli aggressori hanno bloccato la loro auto e hanno aperto prima di costringerli a salire su un fuoristrada. Chi sono i rapiti Sono Bruno Cacace, 56enne residente a Borgo San Dalmazzo (Cuneo), che vive in Libia da 15 anni, e Danilo Calonego, 66enne della provincia di Belluno, come hanno confermato i carabinieri di Cuneo. Il sequestro – che non e’ stato rivendicato – e’ stato confermato ieri sera dalla Farnesina, informata gia’ da ieri mattina ma che sta seguendo la vicenda e lavorando con il massimo riserbo su una situazione che si presenta estremamente delicata. Il caso viene seguito direttamente dal premier Matteo Renzi, in contatto con il ministro degli esteri Paolo Gentiloni e l’autorita’ delegata ai Servizi, il sottosegretario Marco Minniti.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento