CATANIA-LECCE / IL POST PARTITA / GIALLOROSSI SFORTUNATI E POI ABBATTUTI. LUNEDÌ CONTRO IL FOGGIA SARÀ MATCH DI FUOCO PER IL PRIMO POSTO

| 24 Ottobre 2016 | 0 Comments

di Laura Ricci______

L’euforia e l’entusiasmo per il primo posto in solitaria a più tre dal Foggia ha dovuto lasciare spazio in casa giallorossa allo sconforto per la sconfitta di domenica contro il Catania.

Il Lecce era riuscito a superare i satanelli e a distaccarsi sulla vetta della classifica, ma nella scorsa giornata di Lega Pro si è ritrovato di fronte un Catania agguerrito, propositivo e voglioso di vincere.

Quella che doveva essere la partita della conferma, si è tramutata nella prima sconfitta stagionale che permette al Foggia di riagganciare i salentini a quota ventitré.

La situazione in classifica prospetta un match di fuoco fra Lecce e Foggia nella sera del 31 ottobre, quando i ragazzi di Padalino ospiteranno al Via del Mare i pugliesi rossoneri. Chi la spunterà fra le due si aggiudicherà il primo posto; lo spettacolo è assicurato.

La partita- A vedere il risultato si direbbe che la difesa leccese sia stata poco efficace, ma non è così: fino al momento dell’autogoal di Tsnoev, la retroguardia salentina non aveva sbagliato niente, sempre attenta sopratutto con Giosa in versione “muro”.

Dopo la beffa ai danni di Bleve da parte del tocco, ovviamente accidentale, del suo compagno di squadra, il Lecce non ha saputo riprendersi in tempo per tornare in partita, subendo due minuti più tardi la rete di Di Grazia che ha affondato definitivamente i giallorossi.

Cosa non è andato- Fra pali, imprecisioni, sfortuna e grande merito del portiere Pisseri, il Lecce non è riuscito a segnare nonostante le tante occasioni da goal create in numero superiore rispetto agli avversari che, pur essendo stati padroni del gioco per diversi tratti del match, non avevano dimostrato fino alla tre quarti del secondo tempo una grande efficacia sotto porta.

Torromino è stato francobollato da Di Cecco, ma è riuscito più volte a divincolarsi dalla marcatura senza però trovare la rete; Caturano era in partita ma gli è mancato il tocco giusto.

Il tecnico giallorosso dovrà lavorare in settimana per mantenere concentrata la propria squadra in vista del big match di lunedì, valutando quali possano essere le scelte migliori nell’undici titolare alla luce della scorsa partita.

 

 

Category: Sport

Lascia un commento