LAVORI IN CORSO AL MUNUMENTO AI CADUTI DI LECCE: E ADESSO, PER IL 4 NOVEMBRE, COME SI FA?

| 30 ottobre 2016 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il presidente dell’ associazione ‘Sportello dei diritti’ Giovanni D’Agata ci scrive______

Il discusso rifacimento del Monumento dei Caduti di Piazzale Roma ancora al centro di polemiche. I lavori di restauro al monumento, nel centro di Lecce non sono terminati, mentre si avvicina la giornata di celebrazione e di riflessione dedicata ai defunti, in particolare quella al Monumento per ricordare i caduti di tutte le guerre, dove ogni anno c’è stata la cerimonia ufficiale.

Abbiamo già criticato e denunciato il brutale abbattimento delle piante ornamentali e della palma secolare della Piazza.

Ora, proprio per il giorno della ricorrenza del 4 Novembre, con il cantiere aperto, nessuno potrà rendere omaggio ai caduti leccesi.

L’amministrazione comunale che ha messo mano al portafoglio per l’intervento che era stato chiesto a gran voce dai residenti, dai commercianti e anche da una lunga schiera di associazioni che si erano lamentati col sindaco e con la giunta per le condizioni di completo abbandono in cui versava il monumento, non hanno calcolato bene la data di fine lavori, privando i cittadini dell’accesso al Monumento, nel luogo che i nostri avi scelsero per onorare la memoria dei caduti leccesi dove oggi c’è un cantiere.

Ebbene il giorno che doveva servire a ricordare queste vittime delle guerre, si sta trasformando in una rovente polemica scaturita dal fatto che la cerimonia non potrà avere luogo quasi sicuramente nella Piazza Roma con in corso i lavori di rifacimento. Forse il responsabile dei lavori poteva e doveva avere un maggiore occhio di riguardo calcolando bene i tempi, tenendo conto del 4 Novembre ormai alle porte.

Dunque, con l’avvio dei lavori in prossimità di questa ricorrenza, l’amministrazione comunale ha dimostrato di fregarsene del ricordo dei caduti e delle volontà dei nostri avi.

 

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento