LECCE / IL PREPARTITA / ATTENTI AL FONDI, IN CASA HA IL RENDIMENTO DI UNA BIG

| 5 novembre 2016 | 0 Comments

di Francesco Giannetta ______

Nella trasferta di domani i ragazzi di mister Padalino saranno avversari del Fondi Calcio, meglio conosciuto come Unicusano Fondi. La squadra è infatti di proprietà dell’Università degli Studi Niccolò Cusano e per questo motivo i giocatori del Fondi sono conosciuti come “Gli Universitari“.

La società laziale è alla quarta partecipazione in terza serie, mentre quattordici sono le stagioni disputate in Serie D l’ultima lo scorso anno terminata con il quinto posto del girone H di Serie D e con la vittoria della Coppa Italia Serie D.

Al termine della passata stagione il Fondi è stato ripescato in Lega Pro a completamento organici grazie all’ottima posizione di cui il club godeva nella graduatoria dei ripescaggi. Benché neopromossa il Fondi sta disputando un buon campionato e al momento occupa la settima posizione del girone C di Lega Pro.

Dieci dei quindici punti ottenuti fin ora sono arrivati in casa, tra le mura del Domenico Purificato, dove il Fondi ha ottenuto tre vittorie, un pareggio e una sola sconfitta contro il Cosenza. Tra le vittime illustri del Domenico Purificato troviamo la Reggina, battuta dal Fondi per tre a uno, e la Juve Stabia, fermata sul 2 a 2.

Il Lecce dovrà quindi prestare massima attenzione alla gara di domenica e Padalino in conferenza stampa ha confermato che i suoi dovranno mettere in campo contro gli universitari la stessa voglia di vincere fatta vedere nel posticipo di lunedì contro il Foggia.

Ecco le sue parole: “Chi rischia tra Lecce e Fondi? Noi sicuramente potremmo rischiare perché, dopo una gara che abbiamo svolto secondo me benissimo da tutti i punti di vista, c’è la possibilità di non interpretare la gara di domani come abbiamo fatto con il Foggia. So, però, che non sarà così perché nei ragazzi c’è voglia di confermarsi, non hanno intenzione di lasciare la gara di lunedì un episodio isolato. Dobbiamo interpretare ogni gara nella maniera più giusta a livello di atteggiamento. Con il Foggia tutti i miei giocatori non volevano perdere un contrasto, erano combattivi e volevano vincere tutti i duelli. La lettura, l’interpretazione della partita e la mentalità devono essere tutte prerogative di questa squadra. Com’è normale che sia è più facile trovare stimoli quando affronti squadre blasonate, ma la maturazione di una formazione passa da gare come quella di Fondi, incontro importante proprio per questo processo e per la classifica. Dovremo interpretare bene la partita per essere continui contro un avversario che finora ha fatto un ottimo percorso con giocatori tecnicamente forti e con una buona organizzazione di gioco”

Category: Sport

Lascia un commento