LA CGIL E LE NOVITA’ PER LE PENSIONI

| 12 novembre 2016 | 0 Comments

Riceviamo  volentieri pubblichiamo. La Cgil di Lecce ci manda il seguente comunicato stampa______

Si parlerà soprattutto di pensioni nell’incontro di martedì 15 novembre, ore 10, nella sala conferenze della Cassa Edile, in via Scarpa 4 a Lecce. I sindacati provinciali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil illustreranno le novità sul sistema pensionistico, introdotte dall’intesa tra il Governo e le Confederazioni nazionali CGIL, CISL e UIL, sottoscritta il 28 settembre scorso e che prevede due tempi di attuazione.

La prima fase interessa, in particolare, le pensioni in essere: l’estensione della cosiddetta quattordicesima, in pagamento nel mese di luglio, alle pensioni di importo mensile sino a 1.000 euro; aumenti del 30 percento per quelle sino a 700 euro mensili, e che già percepiscono questa indennità dal 2007. Inoltre, sempre nella prima fase, – norme già contenute nella Legge di Bilancio dello Stato per il 2017 – è prevista l’anticipazione del’età pensionabile di 3 anni e 7 mesi: si può andare in pensione con 63 anni di età e non più con 67 anni e 7 mesi. Una possibilità che vale per alcune categorie, come i lavoratori precoci, coloro che svolgono lavori usuranti, chi è affetto da un handicap non inferiore al 74 per cento, chi ha un familiare disabile; infine, anticipazioni pensionistiche (APE) per altre categorie di lavoratori.

Nella seconda fase vi è l’impegno a modificare le norme attualmente in vigore, introdotte dalla Riforma Fornero, in particolare a favore dei giovani, delle donne, le perequazioni annuali, l’aggiornamento dei coefficienti e delle aspettative di vita.

All’iniziativa di martedì a Lecce presiederà Francesco Botrugno, Segretario Generale FNP Cisl Lecce, relazionerà Luigi Di Viggiano, Segretario Generale UILP Lecce e concluderà Gianni Forte, Segretario Generale SPI Cgil Puglia. Parteciperanno anche le segreterie confederali e di categoria di Cgil, Cisl, Uil.

 

 

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento