banner ad

ASPETTANDO TARANTO-LECCE / DIATRIBE STORICHE, INIZIATIVE BENEFICHE E PROBABILI FORMAZIONI DELLA SFIDA JONICO-SALENTINA

| 26 novembre 2016 | 0 Comments

(A.R.)______
Non si attendeva un Taranto-Lecce con tale prestigio dalla stagione 1992- 1993, campionato di serie B (sfida terminata 1 a 1)
La tifoseria tarantina fino agli inizi degli anni ottanta era gemellata con quella salentina, ma la fratellanza fu spezzata nel 1989: i supporters salentini si avvicinarono alla tifoserie del Verona, instaurando gemellaggio con i supporters scaligeri. il Verona era ed è rivale storico del Taranto, e conseguentemente i supporters rossoblu hanno rotto i ponti con i leccesi.

Anche per questo la Questura di Taranto.avrebbe chiesto lo spostamento d’orario della gara (da anticipare nel pomeriggio) e che invece verrà giocata domani alle 20.30 (salvo ripensamenti dell’ultima ora).
Lodevole è invece l’iniziativa bebefica promossa e tenuta qualche giorno fa in conferenza stampa per promuovere le questioni sociali legate al match. L’azione solidale prevede la destinazione all’Associazione Amici del Castello Aragonese di Taranto di una percentuale dell’incasso della partita, per la manutenzione, il restauro architettonico, la ricerca archeologica e promozione turistica del Castello storico.

L’Amministratore delegato dell’U.S. Lecce, Alessandro Adamo, commenta così l’iniziativa: “sono molto entusiasta per tale azione del Presidente Zelatore anche in virtù degli ottimi rapporti tra le Società… questa occasione ci permette di abbacciare una serie di progetti atti alla salvaguardia del patrimonio artistico, architettonico e culturale non solo di Taranto ma dell’intera fascia jonico-salentina”.

Ecco le probabili formazioni che scenderanno sul terreno verde dello Stadio “Erasmo Jacovone”:

TARANTO, allenatore Prosperi,
(3-4-3): Maurantonio; Albanese, Stendardo, Pambianchi; De Giorgi, Lo Sicco, Nigro, Balzano; Bollino, Balistreri, Viola.

LECCE, allenatore Pedalino,
(4-3-3): Gomis; Ciancio, Drudi, Giosa, Contessa; Lepore, Fiordilino, Mancosu; Pacilli, Caturano, Torromino.

Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno.

Category: Costume e società, Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad