CACCIA ALLA STREGA MEDIEVALE: LA BEFANA QUEST’ANNO LIBERATA DALLA CONTRADA PIGNA

| 8 gennaio 2017 | 0 Comments

(g.m.)______Si è svolta il gennaio scorso a Taviano, come da programma, la settima edizione della Caccia alla Strega Medievale, una bizzarra manifestazione organizzata dall’associazione “Eventi di Contrada” a cui hanno preso parte le tre contrade di Taviano, “Caddhari”, “Pigna” e “Ficheddhe”, ognuna capeggiata dal suo re e dalla sua regina, dal capo-contrada, dagli arcieri, dai principi, principesse, dame e damigelle, boia e figuranti vari che, con in testa i bravissimi Sbandieratori di Oria del rione Lama, hanno dato il via ad uno spettacolare corteo per le vie di Taviano.

Ma, soprattutto, in ogni contrada erano presenti i valorosi guerrieri di contrada, costituiti dai bambini che hanno preso parte alla giostra dei giochi medievali e che sono stati i protagonisti principali della manifestazione. E lo sono stati in tutto e per tutto, visto che hanno frequentato per ben due mesi un impegnativo laboratorio di cartapesta curato dalle capi-contrada Anna Maria, Lorena e Cosmeri, durante il quale hanno realizzato un bellissimo scudo in cartapesta che è poi rimasto di loro proprietà. E sempre dalla fervida fantasia di questo gruppo sono stati realizzati gli attestati di partecipazione consegnati ai bambini, composti da carta macerata e decorati dallo scriba Dario.

Ma qual’è la tematica di questa manifestazione? Sembra che il 13 dicembre scorso, giorno di Santa Lucia, una strega perfida e malvagia di nome Beffanìa abbia preso prigioniera la Befana e l’abbia riportata indietro nel tempo, ed esattamente nel Medioevo, lasciando così i bambini privi di regali. E così le contrade di Taviano, per tramite dei loro regnanti, hanno prestato solenne giuramento di riuscire a mettere su un esercito di guerrieri con l’intento di liberarla dalla sua prigionia prima della sua festa. E il 3 gennaio scorso ci sono riuscite in pieno. La contrada Pigna ne è uscita vincitrice ed è riuscita a trovare la chiave giusta per la sua liberazione.

Grande il successo riscosso dalla manifestazione, ripresa in diretta streaming da Top Video web tv, con un piccolo ma affascinante mercatino medievale. Gli Sbandieratori di Oria hanno offerto un grande spettacolo con le loro bandiere svolazzanti al ritmo dei tamburi e delle chiarine. Era presente anche uno spazio protetto riservato agli arcieri del gruppo di tiro con l’arco di Matino. Ma anche il pubblico presente è stato chiamato a diventare parte attiva della manifestazione. Infatti, si potevano aiutare le contrade ad acquisire punti extra sia tirando con l’arco che tirando con le freccette. Oppure si poteva sfidare Lucius Scriptorium in una partita a dama oppure ad altri giochi logici a tema medievale. Il personaggio era impersonato da Gianni Coppola, mente eclettica di Eventi di Contrada e titolare della Libreria Antica Roma. Nel mercatino era presente anche l’Erbolarium, impersonato magistralmente da Roberto Gennaio, che ha illustrato ai curiosi le proprietà benefiche delle erbe eduli del Salento.

Insomma, grande la soddisfazione da parte degli organizzatori dell’associazione Eventi di Contrada che anche quest’anno sono riusciti a portare per le vie di Taviano un pizzico di Medioevo e soprattutto di coinvolgere con attività educative e ricreative tanti bambini: noi ci auguriamo di rivederli presto all’opera, perché no, questa volta alle prese con un evento estivo.

Category: Costume e società, Cultura, Eventi

Lascia un commento