CANNABIS TERAPEUTICA, UN CONVEGNO A LECCE PER FARE IL PUNTO SULLA SITUAZIONE FRA REALTA’ E PROSPETTIVE

| 16 gennaio 2017 | 0 Comments

di Roberta Nardone______

Mentre in Italia da pochi giorni ha preso il via la vendita della cosiddetta cannabis di Stato, quella prodotta nell’Istituto chimico-farmaceutico militare di Firenze (nella foto) e venduta alle farmacie e alle aziende ospedaliere di tutto il territorio, dietro presentazione di ricetta medica e a pagamento, tranne pochi casi di esenzione, a Lecce si cerca di fare il punto della situazione, fra realtà e prospettive.

Domani, martedì 17 gennaio, alle 17.30, presso la sala conferenze del Castello Carlo V, CanapAntica Social Club porterà all’attenzione dei cittadini il tema delle terapie farmacologiche a base di cannabinoidi, delle loro applicazioni e dei loro effetti sui pazienti.

L’incontro, supervisionato e condotto dall’equipe medica del Progetto MediCOmm Italia, prevede gli interventi di Paolo e Matteo Mantovani, farmacisti galenici della San Carlo di Ferrara, i quali illustreranno gli aspetti farmaceutici; di Carlo Privitera, medico chirurgo, il quale si soffermerà sulle applicazioni della cannabis nella pratica clinica e sui sitemi di telemedicina; e di Giuseppe Nicosia, educatore alimentare, che evidenzierà l’importanza di un approccio integrato alimentare-farmacologico.

CanapAntica Social Club è un’associazione di pazienti e per pazienti che si occupa di tutelare e guidare gli stessi nell’uso della cannabis e della canapa come terapia. Questa conferenza è solo una delle tante che il network CanapAntica organizza ogni anno.

L’intento è quello di informare pazienti e operatori sanitari sulla cannabis terapeutica colmando le lacune e i pregiudizi tutti italiani nei confronti dell’argomento. Secondo la “World Healt Organization”, la marijuana, oltre ad essere la droga più utilizzata in campo medico terapeutico, è anche la droga più popolare al mondo: è proprio per questo che c’è troppa confusione tra il trattamento terapeutico e quello ricreativo, ecco perché è importante fare il punto della questione.

E’ risapito ormai che la cannabis rappresenta un ottimo alleato nella lotta al Morbo di Alzheimer, ASL, Diabete, Distonia, Epilessia, Fibromalgia, Disordini Gastrointestinali, Cancro, Hiv, Epatite C, Morbo di Huntington, Ipertensione, Incontinenza, Sclerosi Multipla, Osteoporosi, Artrite Reumatoide, Sindrome di Tourette, e molte altre malattie.

L’Associazione CanapAntica ha come obiettivi più importanti quello di far emergere ammalati costretti al mercato nero, regolarizzando i processi fiscali; aiutare i pazienti nelle lunghe e costose operazioni per procurarsi farmaci di cui non si conosce la provenienza, e facilitare le comunicazioni ed i controlli tra pazienti e medici.

Category: Costume e società, Cronaca, Cultura, Eventi

Lascia un commento