banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 3 febbraio 2017 | 0 Comments
ITALIA______
CASAL DI PRINCIPE – Duplice blitz anticamorra tra Casertano e basso Lazio: la Dia di Napoli ha arrestato cinque persone tra cui due figlie e la nuora di Francesco Bidognetti, capo storico e fondatore del clan dei Casalesi con Francesco Schiavone. Contestualmente Polizia, Guardia di finanza e Carabinieri hanno arrestato altre ventisei persone ritenute affiliate alla stessa fazione del clan. A tutti vengono contestati i reati di associazione mafiosa, ricettazione ed estorsione. In carcere è finita Katia Bidognetti, 35 anni; arresti domiciliari invece per la sorella, Teresa, di 27 anni, perche’ in stato di gravidanza. Arresto in carcere per Orietta Verso, 43 anni, nuora del capoclan, moglie di Raffaele Bidognetti, secondogenito del boss. Una misura cautelare è stata notificata nel carcere di L’Aquila anche al capoclan. In cella è finito anche Vincenzo Bidognetti, 32 anni, non imparentato con il boss, l’unico autorizzato ad avere rapporti con le donne del clan e “trait d’union” con gli affiliati.
ITALIA______
CHIETI – Per mesi il dolore deve averlo consumato. Fino a oggi, quando ha aspettato per strada l’uomo che aveva investito e ucciso la moglie lo scorso agosto e lo ha freddato con almeno 4 colpi di pistola, a Vasto, in provincia di Chieti. Fabio Di Lello, calciatore del San Salvo e del Cupello, si è poi costituito ai carabinieri, non prima di aver telefonato a un amico dicendogli che aveva ucciso Italo D’Elisa, l’assassino di sua moglie Roberta Smargiassi e annunciandogli che si stava recando al cimitero per salutarla. Poi avrebbe chiamato il suo avvocato, Giovanni Cerella, indicandogli dove si trovava in quel momento. Sulla tomba della moglie di Di Lello i carabinieri hanno ritrovato una pistola semiautomatica in una busta di plastica. Fu un tragico incidente, il primo luglio scorso, a causare la morte di Roberta Smargiassi. Secondo la ricostruzione, la giovane sul suo scooter Yamaha Sh650 si scontro’ con una Fiat Punto guidata da Italo D’Elisa, all’incrocio tra Corso Mazzini e Via Giulio Cesare, a Vasto. Dopo l’impatto la ragazza si schiantò contro il semaforo che regolava l’incrocio, ricadendo pesantemente sull’asfalto. Morì in ospedale dopo il ricovero.
MONDO______
PECHINO – Mistero, in Cina, sulla scomparsa del miliardario Xiao Jianhua, irreperibile da venerdi’ scorso. L’uomo e’ stato visto l’ultima volta al Four Seasons Hotel di Hong Kong, dove si trovava alla vigilia del capodanno lunare, il 27 gennaio. Xiao e’ un finanziere ed è uno degli uomini piu’ ricchi di Cina, fondatore della societa’ con sede a Pechino Tomorrow Group- che ha interessi in svariati settori, dalla finanza, alle assicurazioni, fino all’immobiliare- ma e’ cittadino canadese e avrebbe anche un passaporto diplomatico di Antigua. La fortuna del finanziere e’ stata stimata dal settimanale Hurun Report, che pubblica la classifica dei miliardari cinesi, in 40 miliardi di yuan (5,8 miliardi di dollari). Secondo una nota della polizia di Hong Kong il quarantaseienne miliardario avrebbe varcato il confine con la Cina continentale nella giornata di venerdi’ scorso, ma sarebbe in grado di comunicare con la sua famiglia, scrive il quotidiano di Hong Kong South China Morning Post.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad