banner ad

I NOSTRI AMICI ANIMALI / LE STORIE DI FEDERICA

| 3 febbraio 2017 | 0 Comments

Ieri mattina, una prima vittoria. Si va verso il rinvio dell’accordo sul Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia previsto all’ordine del giorno della Conferenza Stato Regioni. Stamattina il leader dei governatori, Stefano Bonaccini, ha incontrato una delegazione delle associazioni degli ambientalisti e degli animalisti contrari al piano: “Chiederò a nome della Conferenza delle Regioni, in Conferenza Stato-Regioni, di rinviare l’ approvazione del piano lupo e delle misure che ne conseguono. Vogliamo approfondire la discussione, credo che il ministro Galletti lo consentirà. Ci sarà così il tempo per approfondire meglio visto che ci sono alcune misure che rischiano di non essere convincenti”.

Nei giorni scorsi le associazioni ambientaliste avevano diffuso dure proteste contro il piano lupo che consentirebbe di uccidere i lupi, dopo oltre quarantasei anni di tutela, almeno sulla carta, un piano fallace e antiscientifico, per proteggere e tutelare i lupi. Un controsenso delirante!

“Se dichiarerete guerra alla biodiversità, noi saremo lì a difenderla e con ogni strumento, fino alla disobbedienza civile. Fino, al boicottaggio delle regioni complici. 

Non solo dimostreremo l’inammissibilità’ formale di questa squallida operazione denunciando tutto all’Ue, ma torneremo nei boschi a difendere questi animali simbolo della ricchezza del nostro Paese, già sotto attacco da parte del bracconaggio aizzato da politici senza scrupoli che per raccattare qualche voto, hanno imbrogliato gli allevatori e favorito fenomeni barbari ed incivili di cui il ritrovamento di un lupo decapitato a Pitigliano qualche giorno fa, è solo l’ultimo di una lunga serie di animali uccisi. 

Favorire la convivenza tra gli esseri umani e gli animali è un atto dovuto, un NOSTRO COMPITO! 

Non a caso queste specie appartengono al patrimonio INDISPONIBILE DELLO STATO, QUINDI A TUTTI I CITTADINI e che vogliono difendere i lupi quanto gli orsi! 

La scienza e la politica devono sapere tradurre queste esigenze in progetti di vita e non di morte. 

Salviamo i lupi!”

 

Category: Costume e società

Lascia un commento

banner ad
banner ad