banner ad

BREVI DI CRONACA NERA

| 18 febbraio 2017 | 0 Comments

(g.m.)______Gallipoli. Le indagini dei poliziotti del locale Commissariato hanno permesso di smascherare sei truffatori che, da diverse località italiane, hanno frodato malcapitati utenti gallipolini.

Il più singolare quello denunciato dal titolare di un’ edicola-ricevitoria alla quale sono stati spillati, nel giro di pochi minuti, quasi 6000 euro da un finto funzionario Sisal che, presentatosi con lo pseudonimo di “Luca Rossini” ed utilizzando adeguato linguaggio tecnico, aveva indotto l’edicolante a eseguire quattro bonifici, su carte prepagate intestate a due donne di 60 e 31 anni, entrambi residenti nella provincia di Pistoia, poi denunciate all’Autorità Giudiziaria per truffa in concorso, con il sedicente funzionario.

Una seconda indagine invece ha permesso di smascherare altri due responsabili di truffa, di 61 e 29 anni, tutti e due residenti nella provincia di Cremona, poiché, attraverso un sito di vendite online, avevano promesso la vendita di un attrezzo subacqueo all’ignaro acquirente che, ricevute ampie e convincenti rassicurazioni sulle condizioni e sulla qualità dell’oggetto, aveva versato l’importo pattuito di 200 euro su un conto corrente associato a una carta prepagata. Poi, vedendosi recapitare il classico “pacco” con all’interno un oggetto farlocco, cercava in tutti i modi di contattare il venditore che nel frattempo si era reso irreperibile.

Nel terzo caso, a subire la frode, di 120 euro, è stato un uomo per un attrezzo agricolo; il responsabile, un pregiudicato di 21 anni di origini kosovare residente a Genova.

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad