banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 28 febbraio 2017 | 0 Comments

ITALIA______
ROMA – “Il messaggio è semplice: sappiamo di essere in un mondo in cui si moltiplicano le minacce asimmetriche. Non ci sono eserciti stranieri alle porte, ma minacce di vario genere, dagli attacchi della cibersicurezza ai pericoli del terrorismo. A queste minacce si risponde non nell’illusione di chiudersi, ma accettando la sfida. Più sicurezza non vuol dire meno libertà”. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni presentando in una conferenza stampa con il prefetto Pansa la relazione annuale sulla politica dell’informazione per la sicurezza a cura del Dis trasmessa alle Camere. “Oggi avere più sicurezza è una condizione per continuare a vivere liberi”, sottolinea il premier. “I cittadini italiani possono essere certi – spiega Gentiloni – non della mancanza delle minacce, non le ignoriamo, ma del fatto che la qualità del lavoro di chi contrasta queste minacce è molto alta. Non agitiamo minacce per paure ingiustificate, nel lavoro della nostra comunità d’intelligence c’è la risposta” al terrorismo.

ITALIA______
NAPOLI – Accesso alle strutture sanitarie della Campania previa verifica dell’impronta digitale, come già avviene all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. E’ una delle tre indicazioni date dal governatore della Campania Vincenzo De Luca alla luce dello scandalo dei furbetti del cartellino all’ospedale Loreto Mare di Napoli. “Ho dato disposizione ai direttori generali – ha detto oggi in Regione – di verificare la possibilità di estendere il controllo digitale della firma. Con l’impronta digitale non è possibile fare imbrogli”. Per combattere l’assenteismo il presidente della Giunta regionale della Campania pensa ad altri due interventi paralleli: “Stipulare un’intesa con i Nas per opportune verifiche e studiare un modo attraverso il quale monitorare e controllare la presenza nel luogo specifico di lavoro di tutti i dipendenti. Un sistema, dunque, per verificare in modo costante l’effettiva presenza e non solo l’entrata e l’uscita”.

MONDO______
LOS ANGELES – Sono profondamente onorato per le cinque vittorie agli Oscar dei film in programma alla scorsa Festa del Cinema di Roma, a cominciare dal Miglior film, ‘Moonlight’, presentato nella serata di apertura”. Antonio Monda, direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, ha sottolineato così, in una nota, il fil rouge fra la ‘sua’ manifestazione e questa edizione degli Academy Awards. “Sono sinceramente orgoglioso che le vittorie siano avvenute in categorie di primissimo ordine: oltre al Miglior Film (‘Moonlight’), i film della Festa hanno ricevuto i premi come Miglior attore (Casey Affleck), Miglior attore non protagonista (Mahershala Ali), Miglior Sceneggiatura (‘Manchester by the Sea’), Miglior adattamento (‘Moonlight’). Faccio i più sentiti ed entusiasti complimenti a tutti i vincitori e ringrazio di cuore tutti coloro che hanno lavorato alla Festa”, ha concluso Monda. “Con le affermazioni di ‘Moonlight’ e ‘Manchester by the Sea’, la Festa del Cinema dimostra per l’ennesima volta la sua vocazione internazionale – ha aggiunto Piera Detassis, presidente della Fondazione Cinema per Roma – È la conferma di un appassionante percorso, iniziato undici anni fa con ‘The Departed’, presentato alla prima edizione della Festa, e proseguito nel corso degli anni per giungere fino a oggi: un viaggio in cui abbiamo dimostrato di saper cogliere fermenti e prospettive dell’arte cinematografica per renderli disponibili al nostro pubblico in un evento colto e popolare allo stesso tempo”.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad