banner ad

DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 24 marzo 2017 | 0 Comments

ITALIA______

ROMA – “Tenere alto il livello di attenzione e una intensificazione delle misure di vigilanza e di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio”. E’ quanto deciso questa mattina nel corso della riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.) presieduta al Viminale dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, a seguito dei tragici fatti di Londra. Alla riunione hanno partecipato i vertici nazionali delle forze di polizia e dei servizi di intelligence e l’ufficiale di collegamento di Scotland Yard a Roma. Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha chiesto alle forze di polizia di rafforzare ulteriormente i controlli nelle aree di maggiore afflusso di persone, nonché verso i luoghi che notoriamente registrano particolare afflusso di visitatori. La richiesta è stata avanzata nel corso della riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.), presieduta al Viminale dallo stesso Minniti, a seguito dei tragici fatti di Londra. Un ulteriore rafforzamento dei controlli nelle aree dove si svolgeranno le cerimonie celebrative del 60° Anniversario della firma dei Trattati di Roma è stato richiesto dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, alle forze di polizia.

 

ITALIA______

TREVISO – Era incinta di sei mesi la giovane donna di origini moldave uccisa dall’ex fidanzato, anch’egli moldavo, sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per omicidio. La giovane, di 21 anni, il cui corpo è stato fatto trovare sulle colline del vittoriese dallo stesso ex fidanzato, lavorava presso alcuni hotel del coneglianese, mentre lui ha 19 anni ed é studente al quarto anno in una scuola secondaria. Secondo quanto si è appreso, la storia sentimentale tra i due era finita da tempo e il ragazzo aveva ora un’altra fidanzata. La vittima negli ultimi tempi avrebbe ripreso il contatto con l’ex fidanzato annunciandogli che era incinta da alcuni mesi e che il figlio era suo. Per chiarire questo aspetto i due giovani si erano incontrati la sera di domenica scorsa, 19 marzo. Da allora la ragazza non ha più dato notizia di sé, allarmando i genitori che hanno chiamato le forze dell’ordine.

MONDO______

WASHINGTON – E’ bufera sullo stato del Texas per l’ultima offensiva anti-aborto. Il Senato locale ha infatti approvato due leggi restrittive che renderanno ancor più difficile la scelta dell’interruzione della gravidanza. E tra le norme più controverse c’è quella che di fatto consente ai medici di mentire ai genitori sulle eventuali malformazioni del feto. Il provvedimento – chiamato ‘Bill 25’ – nello specifico impedisce di fare causa ai medici che ometteranno di dare alle donne in gravidanza informazioni necessarie come quelle che riguardano la possibile disabilità del nascituro. Una seconda legge, invece, obbliga i medici ad assicurarsi della morte del feto prima di rimuoverlo. I due testi sono stati elaborati e presentati dai repubblicani e sono passati a larga maggioranza, scatenando non solo in Texas ma in tutti gli Stati Uniti le proteste da parte delle associazioni per i diritti delle donne. Il timore è che possa essere preso come modello in altri Stati a maggioranza conservatrice. Anche sulla spinta della linea sostanzialmente antiabortista fin qui sposata dall’amministrazione Trump.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento

banner ad
banner ad