banner ad

LA PARTITA / CON IL FONDI I SALENTINI SI RISCATTANO DAL DERBY, MA I TIFOSI NON VOGLIONO PADALINO

| 26 marzo 2017 | 0 Comments

di Laura Ricci________

Allo Stadio Via del Mare, di fronte al proprio pubblico deluso e in contestazione con il tecnico Padalino, il Lecce torna in campo contro l’Unicusano Fondi dopo la brutta sconfitta subita nella scorsa giornata contro il Foggia.

“Reagire” è la parola d’ordine per i salentini che partono subito fortissimo arricchendo il bottino con due goal nei primi otto minuti di gioco che poi varranno il ritorno alla vittoria.

Nonostante la prestazione di carattere dei ragazzi di Padalino, l’intero pubblico de Via del Mare non ha mai smesso di palesare con cori continui il proprio dissenso nei confronti dell’attuale tecnico giallorosso, esortato più volte ad andare via da Lecce.

FORMAZIONI

LECCE: Perucchini, Vitofrancesco, Cosenza, Torromino, Costa Ferreira, Pacilli, Giosa, Drudi, Caturano, Maimone, Fiordilino. Allenatore Padalino.

FONDI: Baiocco, Squillace, Signori, Tiscione, Varone, Albadoro, Bertolo, Addessi, Galasso, De Martino, Calderini. Allenatore Pocheschi.

Arbitro Federico Dionisi di L’Aquila, accompagnato dagli assistenti di gara Felice Sante Marinenza e Graziano Vitaloni.

LA CRONACA

Primo Tempo

La voglia di scacciare via tutti i malumori portati con sè da Foggia si fa sentire sin dai primi istanti di gioco: Lecce totalmente proiettato in avanti e subito in rete al 5′ con Maimone che sblocca l’incontro senza troppi fronzoli.

Tre minuti più tardi l’arbitro sancisce il calcio di rigore in favore del Lecce ed è Giuseppe Torromino a realizzare dal dischetto il raddoppio “lampo”.

Nonostante il doppio vantaggio e la spinta dei giallorossi, il tifo leccese si fa sentire dagli spalti intonando cori chiaramente polemici nei confronti di Padalino, considerato colpevole numero uno della disfatta del derby.

Il Fondi però non rimane lì a guardare ma, anzi, si rialza prepotentemente con una serie di occasioni da goal che mettono in serio rischio il tesoretto del Lecce.

A salvare i suoi esaltandosi in una serie di interventi miracolosi ci pensa “super Perucchini”: al 23′ il portierone salentino respinge una conclusione ravvicinata di Albadoro che a due passi si vede dire di no.

Un minuto più tardi ancora Perucchini smanaccia su calcio di punizione per la squadra ospite, ripetendosi al 25′ in maniera strepitosa.

I ragazzi di Padalino tornano a farsi valere e Cosenza sfiora per due volte di testa la terza rete dell’incontro; provvidenziale e pronto Baiocco negli interventi.

Allo scadere del 46′, il Lecce si avvicina ancora al goal con un’azione convulsa che vede protagonisti Torromino, Pacilli e infine Caturano che crolla proprio al moment del tiro sciupando l’occasione.

Secondo Tempo

Il match si fa sempre più equilibrato e il Lecce si rende subito pericoloso con un’azione di qualità che culmina con il tentativo alto sopra la traversa da parte di Costa Ferreira.

Al 67′ Varone intercetta un pallone pericolossimo diretto a Pacilli sventando una potenziale occasione da goal. Nonostante le azioni più pericolose vengono create dai padroni di casa, il Fondi mostra un gioco fluido e ci prova al 70′ con Giannone che si infila tra le maglie giallorosse arrivando alla conclusione deviata poi dai giocatori del Lecce.

I salentini possono chiuderla definitivamente al minuo ottanta, quando Caturano si ritrova tra i piedi un pallone d’oro a tu per tu con il portiere, scivolando però al momento del tiro.

 

 

Category: Sport

Lascia un commento

banner ad
banner ad