DIARIO DEL GIORNO PRIMA / IL TAM TAM DI ANNIBALE

| 28 Aprile 2017 | 0 Comments

ITALIA______
ROMA – Ventotto anni di carcere per Massimo Carminati e 26 anni e tre mesi per Salvatore Buzzi. Queste le richieste di pena fatte dai pubblici ministeri nell’ambito del processo ‘Mafia Capitale’. Secondo l’accusa, che ha fatto la sua requisitoria nell’aula bunker di Rebibbia, il processo riguarda “fatti gravi” ed “è stata riscontrata una spiccata capacità di delinquere” negli imputati. Ancora, i pm hanno chiesto una condanna a 19 anni e sei mesi per Luca Gramazio, a 21 anni per Franco Panzironi e a 22 anni per Fabrizio Franco Testa. Secondo i pubblici ministeri da parte degli imputati “sono state osservate plurime azioni criminose”.

ITALIA______
ROMA – Il testo base della legge elettorale verrà presentato dal relatore, Andrea Mazziotti, martedì o mercoledì prossimo mentre il termine per gli emendamenti è fissato al 12 maggio. Lo ha stabilito l’ufficio di presidenza della Commissione Affari costituzionali. Entro il 25 maggio si concluderà il voto degli emendamenti e sarà dato il mandato al relatore. Ieri, in un incontro con i presidenti di Senato e Camera, il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, aveva chiesto al parlamento di fare presto con la riforma elettorale. Dopo l’invito del capo dello Stato a fare presto, la conferenza dei capigruppo di Montecitorio aveva deciso ieri sera l’inizio dell’esame della riforma della legge elettorale nell’Aula della Camera nell’ultima settimana di maggio, a partire da giorno 29.

MONDO______
LONDRA – La polizia di Londra ha reso noto di aver arrestato un uomo per possesso di armi nei pressi del parlamento. Nessuno, ha precisato la polizia, è rimasto ferito. Scotland Yard ha successivamente dichiarato che la persona fermata è sospettata di terrorismo.  “L’uomo, nella tarda ventina – dice la polizia londinese – è stato arrestato per il sospetto di possesso di un’arma e di avere commissionato, preparato e instigato ad atti di terrorismo”, afferma la polizia di Londra, aggiungendo che “gli sono stati trovati dei coltelli. Gli investigatori del Comando anti-terrorismo stanno continuando le indagini e in conseguenza del suo arresto non è nota alcuna minaccia immediata”. Il fermo è stato effettuato a Londra su Whitehall, a Westminster, dove diverse fonti giornalistiche hanno notato la presenza di agenti di polizia armati e della polizia scientifica; è stata cordonata la zona ed il traffico è stato limitato per la durata dell’operazione vicino a Downing Street, residenza della premier britannica Theresa May.

Category: Costume e società, Cronaca, Politica

Lascia un commento