LA POESIA DI FLAMINIA CRUCIANI AL FONDO VERRI DI LECCE

| 28 aprile 2017 | 0 Comments

di Stefano Donno______ La poesia necessita di luoghi, dove potersi fare non solo parola, ascolto, e soprattutto azione. Ma fondamentalmente la cultura nella nostra città, candidata a capitale europea della cultura, continua a fornire tutta una serie di appuntamenti culturali e artistici di grandissimo rilievo e spessore, che però devono prodursi e manifestarsi in contenitori gestiti non solo in maniera professionale e con illuminata competenza, ma soprattutto con il cuore. E da anni un luogo magico a Lecce, gestito da Mauro Marino e Piero Rapanà, aperto a diverse forme di creatività dialoganti, è il Fondo Verri, spazio dedicato alla memoria del grande scrittore di Caprarica Antonio Verri. E non poteva che farsi al Fondo Verri un interessante incontro di poesia con una poetessa di notevole interesse. Sabato 29 aprile 2017, alle 19.00 al Fondo Verri ci sarà la presentazione di “Semiotica del male”, (Campanotto Editore) di Flaminia Cruciani. La prefazione della raccolta di versi è di Tomaso Kemeny. Dialogherà con l’autrice Ilaria Caffio.

Scrive Kemeny nella prefazione: “Un flusso sfrenato compone questo libro in undici parti trascinati alla rivolta totale al Reale e ai compromessi che impone […]. Rifiutando interpretazioni rassicuranti la poetessa non petrarcheggia, quindi, sul male, ma evoca frammenti di esistenza come effettuale rischio al proprio esserci […]. Flaminia Cruciani respinge con ira ed eroismo il richiamo del tripudio eudemonico, pare chiaro come il soggetto metamorfico della scrittura preferisca morire piuttosto che vivere come un comune mortale”.

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento