IRREGOLARITA’ AL MERCATO DEL PESCE DI GALLIPOLI

| 15 luglio 2017 | 0 Comments

(g.m.)______Blitz al mercato del pesce di Gallipoli, come deciso in precedenza in Prefettura, per far fronte alla situazione di cronica illegalità creatasi nel tempo.

Sono stati chiusi gli accessi, e, isolata la zona, gli agenti di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Ispettorato del Lavoro, Asl e Spesal sono passati all’ ispezione di pescherie e ristorante.

Presso due degli esercizi di vendita al dettaglio di prodotti ittici era in corso attività non autorizzata di somministrazione di alimenti e bevande; venivano identificati in totale tredici avventori seduti ai tavolini, fra i quali 3 minori, intenti a consumare pesce crudo e cotto, pane e bevande;

Veniva rilevata, altresì, l’occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo a carico di quattro degli esercizi controllati e notificato il provvedimento di divieto di vendita dei prodotti ittici e molluschi fuori dalla struttura in muratura.

Sui diciannove dipendenti identificati, dieci risultavano privi di documentazione obbligatoria (lavoratori in nero) e cinque collaboratori familiari non erano stati assicurati presso l’INAIL; in entrambi i casi veniva redatto e notificato al titolare dell’attività un provvedimento di sospensione, con decorrenza da lunedì prossimo e contestate sanzioni amministrative connesse per l’importo complessivo di 40.000 euro.

Venivano sequestrati circa trecento cinquantaquattro chili di prodotti ittici per cattivo stato di conservazione con presenza di parassiti (Anisakis simplex) e per mancata tracciabilità del prodotto.

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento