LA POLEMICA / UN PORTA A PORTA RITARDATARIO

| 30 Agosto 2017 | 0 Comments

Riceviamo  volentieri pubblichiamo. Il presidente dell’ associazione Sportello dei Diritti Giovanni D’ Agata ci scrive______

Non è bastato il nostro comunicato stampa dello scorso 26 luglio per interrompere una prassi che si perpetua riguardo la raccolta dei rifiuti a Lecce. Come al solito le fotografie inoltrateci ieri da un attento cittadino, documentano più di ogni parola, i fatti. Non sono le 8 o le 9 del mattino, ma le foto sono state scattate ben oltre le 11.15 e gli addetti della Monteco S.r.l., la società appaltatrice del servizio, passano per il centro storico a raccogliere i rifiuti, ingombrando con i loro mezzi le vie.

Uno spettacolo assolutamente non edificante anche al cospetto dei numerosi turisti che si affacciano sulla parte storica della città in un orario praticamente “di punta” e in quella che non può considerarsi ancora “bassa stagione”.

Un fatto che lo “Sportello dei Diritti” ha già denunciato e che purtroppo continua a ripetersi con i sacchetti, molti al di fuori dei bidoncini e quindi in bella vista su strade e marciapiedi, lasciati sulle strade sino alla raccolta che si spinge sovente ben oltre le 9, con ripercussioni non solo sul decoro urbano, ma anche a livello igienico – sanitario, in quanto connesse anche con le temperature non ancora propriamente fresche.

È evidente che occorra, ora più che mai, un intervento risolutivo da parte dell’assessorato all’Ambiente sulla ditta appaltatrice affinché sia obbligata con ogni strumento legale a disposizione a garantire che la raccolta “porta a porta” sia completata inderogabilmente entro e non oltre le ore 7.

 

 

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento