RIPRESI I LAVORI DEVASTANTI DEL MAFIODOTTO

| 27 dicembre 2017 | 0 Comments

(e.l.)______Foto (qui una di queste) e dichiarazioni diffuse in mattinata sui social dal Comitato No Tap. Nel comunicato fra l’ altro c’è scritto che sono ripresi i lavori a San Basilio “una devastazione attuata in un clima di terrore sempre più acuto”.

Poi si specifica: “Non si trivella oggi, per fortuna.

Le ditte che operano al soldo di Tap stanno provando a ripristinare quei muretti a secco distrutti nella costruzione di una zona rossa dal sapore di regime. Tutto questo avviene sotto l’occhio vigile di centinaia di forze dell’ ordine, messe a disposizione di una società privata da uno stato succube”.

Vengono dettagliate le motivazioni: “Una continua presa in giro per ogni cittadino onesto: un plotone in divisa viene schierato in difesa di un’ opera definita ‘mafiodotto’ da diverse inchieste giornalistiche; lo stesso plotone viene utilizzato per smantellare la zona rossa, un qualcosa di illegale dal disgustoso sapore dittatoriale; e, ancora una volta, lo stesso plotone viene utilizzato per difendere il goffo tentativo di ripristinare i luoghi così come erano prima, inconsapevole del fatto che quella cicatrice, agevolata da uno Stato cieco, non verrà mai rimarginata”.______

LA RICERCA nell’ altro nostro articolo di oggi

ANNA MARIA CASINI FA SUL SERIO CONTRO LA CENTRALE SNAM DI SULMONA. IL SINDACO CONTINUA LA “battaglia”. E VA A ROMA, A DIRGLIENE QUATTRO DIRETTAMENTE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PAOLO GENTILONI

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento