LA SERATA POETICA A MILANO CON TOMASO KEMENY

| 19 gennaio 2018 | 0 Comments

di Donato Di Poce * (poeta – per leccecronaca.it)______

Si è svolto ieri sera a Milano alla Casa della Poesia un interessantissimo incontro poetico sul tema della parola significante.

Tomaso Kemeny ha condotto la serata, prima con un suo Mantra inaugurale e propiziatorio e poi presentando personalmente i quattro poeti, che si sono alternati nella lettura dei loro versi pubblicati e/o inediti e rispondendo a fine serata alle domande del pubblico.

La molteplicità rende unici”, con questo mio aforisma, Kemeny ha introdotto la serata specificando appunto l’unicità dei quattro poeti e richiamando l’attenzione del pubblico su una sua idea di Poesia che nel rapporto inscindibile tra significante e significato trova la sua ragion d’essere e la via per una poesia polisemica che sia erotica, eretica ed eroica.

Ha poi fatto quattro singoli interventi critici sui quattro poeti, invitandoli poi singolarmente alla lettura di loro testi e a rispondere alle domande del pubblico.

La poesie di Paolo Bonfiglio è stata caratterizzata da un respiro poematico e lunghe trame di prosa poetica; io ho  letto alcuni poesismi caratterizzati dall’ironia e testi di poesia civile (tratti dall’ultima raccolta LAMPI DI VERITA’, edita dal nostro editore leccese Stefano Donno, I Quaderni del Bardo), e un inedito dedicato al suo amico e maestro Tomaso Kemeny, apprezzatissimi dal pubblico; Antonella Monti, ha deliziato la serata con la sua eleganza e armonia impreziosendo la lettura e recitazione in raccordo poetico filosofico al Tai Chi,  e Giovanni Guido Ingino, tra gli altri ha ha letto un bellissimo testo filosofico dedicato a Cioran.

Un inizio d’anno alla casa della Poesia di grande rilievo e impatto emozionale e contenutismo sul pubblico che ha raccolto in pieno e molto apprezzato lo spirito della serata.

Infine Kemeny ha regalato a tutti la lettura di un suo testo dalla raccolta appena edita “Boomerang”.

Category: Cronaca, Cultura, Libri

Lascia un commento