“Una Storia di Uomini e di Vento”, UNA SERATA DEDICATA ALLA GROTTA DEI CERVI A LECCE GIOVEDI’ 1 FEBBRAIO

| 30 gennaio 2018 | 0 Comments

(s.d.)______“E’ unica al mondo vogliamo valorizzarla”. Così il presidente dell’ associazione Valori e Rinnovamento Wojtek Pankiewicz  sintetizza la serata dedicata alla Grotta dei Cervi, cui parteciperà la moglie dello scopritore Severino Albertini.

“Una Storia di Uomini e di Vento” sarà raccontata giovedì 1 febbraio, alle 18.30, a Lecce, a PalazzoTurrisi, in via Marco Basseo, nel quarantottesimo anniversario della scoperta della Grotta dei Cervi, a Porto Badisco: una storia di  seimila anni, che contiene tremila pittogrammi, e fisicamente si sviluppa per un totale di seicento metri di percorso.

 

Introduce la serata Wojtek Pankiewicz, presidente di “Valori e Rinnovamento”.

Relazioni di Lucia Renna, docente Lettere moderne, su “La Grotta dei Cervi, creatura silenziosa che merita di brillare”; Davide Linciano, architetto, su “Speleogrammi”: una riproduzione dei pittogrammi presenti in grotta (software Autocad e Artlantis); Marisa Grande, docente di Storia dell’arte, su “LA GROTTA DEI CERVI DI PORTO BADISCO-chiave di lettura: Paleoastronomia culturale“; Bruna Caroli, psicologa, su “Le suggestioni dal passato”; Matteo Maria Ungaro, ingegnere dei materiali,su “Condizioni micro-climatiche all’interno della Grotta dei Cervi”;

Seguirà l’ incontro con familiari e amici degli scopritori della Grotta dei Cervi. Conduce Bruna Caroli. Parteciperanno Rosanna Albertini, moglie di Severino Albertini; Riccardo Rella, amico degli scopritori. L’intervista si concluderà con l’intervento di Luciano Faggiano, titolare del “Museo Faggiano” di Lecce.

Interventi di Assunta Capraro, artista, con la poesia “Figli della Luna Rossa”; Ivan Cancelliere, speleologo, su “Grotta dei Cervi: valorizzazione del santuario neolitico”; Maria Del Rosso, giornalista,su “La Grotta dei Cervi e il Dio che danza”.

Concluderà la serata Paolo Colazzo, artista e ricercatore del Tarantismo, con un breve intervento dal titolo “Salento: l’Alfa e l’Omega Gemelli”.

Seguirà una sua esibizione di musica naturale a carattere magico e religioso.

Progetto ideato da : Anna Frappampina e Davide Linciano

Regista: Ennio Rella

Dipinti e Installazioni: Irma Don Giovanni e Anna Frappampina

INGRESSO LIBERO

 

 

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento