ASPETTANDO LA DECISIONE DEL CONSIGLIO DI STATO

| 5 Febbraio 2018 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Andare Oltre Lecce ci manda il seguente comunicato______

L’otto febbraio è alle porte e tutti i leccesi sono in attesa di sapere quale sarà il destino della città.

Noi, che prima di tutto siamo cittadini come gli altri, riteniamo che la città non debba temere alcun contraccolpo politico o amministrativo.

Attendiamo questo appuntamento con estrema serenità – afferma Fragola, capogruppo di Andare Oltre (Massimo Fragola, nella foto, ndr) – certi di aver operato per il bene della comunità leccese e di aver dimostrato, in questi mesi di lavoro, di essere dei buoni amministratori, vicini alle istanze del nostro popolo e dediti ad un’attività concreta, finalizzata ad un cambiamento reale della città.

Per noi di Andare Oltre la pronuncia della magistratura amministrativa non rappresenta uno spartiacque tra ciò che è stato e ciò che sarà e, qualunque sia l’esito, continueremo a fare da megafono per la voce dei più deboli, a progettare una Lecce migliore e dedicarci alla popolazione, così come abbiamo fatto fino ad ora. Siamo prima di tutto una forza sociale, che viene dal popolo e per il popolo e scommettiamo sul senso di responsabilità degli attuali amministratori e del Sindaco Salvemini, in primis. Il presente ed il futuro di Lecce è importante e riteniamo impensabile riportare nuovamente i cittadini alle urne, dopo neanche un anno di governo o rischiare il commissariamento che potrebbe bloccare la città per oltre 15 mesi. Sarebbe un atto irresponsabile nei confronti di tutti noi leccesi.

Abbiamo voluto questa esperienza politica col polo civico allargato, coscienti di essere l’anello di congiunzione tra le molte anime della città. Oggi Andare Oltre è forza motrice di questa nuova Lecce, che unisce persone rispettabili e anime diverse del popolo, con trascorsi politici talvolta agli antipodi ma che rappresentano esigenze simili, diverse da quelle individuate dai partiti nazionali. D’altronde anche tra le forze di minoranza sono presenti diverse formazioni civiche e altre si sono formate nell’ultimo periodo, seguendo l’esempio di chi si è alleato per governare la città.

Sono certo che anche nell’eventualità in cui il Consiglio di Stato dovesse esprimersi a favore della “anatra zoppa”, questi amministratori non perderanno occasione di manifestare il proprio senso di responsabilità, contribuendo all’attività di governo della nostra città.

Chiunque – dell’attuale maggioranza o dell’opposizione – deciderà di tirarsi indietro rispetto al mandato ricevuto, dovrà rispondere della propria azione direttamente alla città e ai leccesi. Crediamo che i leccesi meritino il cambiamento che stanno vivendo dallo scorso giugno – conclude Fragola – e che la vera sfida sia quella di continuare ad amministrare la città, come abbiamo fatto finora, grazie ad una visione libera dai partiti e dalla vecchia politica. Una visione che nasce dalla gente di Lecce per tutti noi leccesi.

Category: Politica, Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento