banner ad
banner ad

IL MERCATO ASSICURATIVO AL SUD ITALIA: PROIEZIONI E PRIMI DATI DEL 2018

| 20 febbraio 2018 | 0 Comments

Il 2018, nuovo anno iniziato da poche settimane, è ancora tutto da scoprire per il settore assicurativo. Le prime proiezioni sul mercato offerto dalle pubblicazioni di ania.it offrono buone prospettive per gli operatori del settore, soprattutto per le compagnie operanti online.

Non mancano importanti vantaggi per gli automobilisti italiani e in particolare per i residenti al Sud grazie all’incremento costante dell’utilizzo dei portali di comparazione online.

Mentre a livello normativo non sembrano esserci nuove importanti novità per portare il Sud in equilibrio con il resto del Paese in campo assicurativo, il popolo del meridione si orienta sui servizi online per conseguire un risparmio equiparante.

Gli incentivi sull’acquisto di nuove automobili, più tecnologiche ed ecologiche, stanno rimettendo in moto il mercato delle quattro ruote in un Paese che registra un parco auto decisamente datato e povero. Queste nuove immatricolazioni hanno dirette conseguenze sulle polizze rc auto, con nuove stipule e upgrade.

I dati raccolti mostrano però una maggiore attenzione da parte degli automobilisti ai costi di gestione e manutenzione del proprio mezzo. Si rilevano infatti un maggior numero di scelte verso veicoli più ecologici, in grado di consumare meno carburante e con maggiori dispositivi di sicurezza. Allo stesso tempo gli automobilisti italiani si orientano sempre più spesso online per la stipula e la gestione delle polizze assicurative, complici i prezzi più vantaggiosi offerti dalle compagnie online e telefoniche.

I servizi di comparazione polizze online sono uno strumento di fondamentale per importanza per la maggior parte degli automobilisti italiani. Lo utilizzano per confrontare i prezzi circa 9 su 10 assicurati e la percentuale di polizze online in Italia è tra i più alti d’Europa. Per i cittadini del Sud del Paese è una scelta praticamente obbligata per conseguire un risparmio, visto l’enorme divario presente tra i costi delle polizze del Nord e del Sud. Stipulare una polizza online può portare ad un risparmio massimo anche del 60% o di circa 500€, differenze importanti per il bilancio famigliare.

Alcune compagnie assicurative offrono inoltre degli sconti aggiuntivi agli automobilisti che scelgono di installare le scatole nere sulla propria auto. A quanto previsto il 2018 sarà proprio l’anno di questo importante strumento tecnologico, per il quale si prevede una crescita del 300% rispetto all’anno 2012.

Secondo gli ultimi dati gli italiani risultano essere sempre più virtuosi. Calano gli incidenti e conseguentemente anche i prezzi del premio rc auto, con qualche eccezione. Il Sud sta registrando un calo, lieve, ma comunque pur sempre un buon segnale per i cittadini residenti al meridione. Fatta eccezione per la regione Puglia, territorio sul quale nei primi mesi di quest’anno si registra un aumento che sfiora il 15% sugli ultimi sei mesi del 2017.

Il mercato assicurativo del Sud Italia è in crescita anche per questo 2018. Si prevedono numerose nuove immatricolazioni auto (2 milioni circa sul territorio nazionale). Evento che si tramuterà in nuovi contratti o aggiornamenti di polizza, con una crescita importante soprattutto per il settore delle agenzie online che grazie ai propri minori costi di gestione sono in grado di offrire prezzi più bassi a parità di condizioni.

Gli altri rami assicurativi sono in buona crescita. La situazione sanitaria italiana, con molteplici casi al Sud di mala sanità, ha portato in crescita la stipula di polizze salute private. Lo stesso vale per le assicurazioni contro la perdita del lavoro, evento particolarmente sentito al Meridione. Anche per quanto riguarda il ramo danni – alle abitazioni private, si assiste ad un mercato in crescita anche se lenta. In Italia ancora molte case non sono protette dai gravi eventi calamitosi che sempre più spesso affliggono il Paese, con particolare attenzione al Sud, e i cittadini stanno iniziando a ritenerla una necessità primaria.

Category: Costume e società, Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad