ELEZIONI, FINITA LA CAMPAGNA ELETTORALE. OGGI TRADIZIONALE GIORNO DI RIFLESSIONE, SI VOTA DOMENICA 4 DALLE ORE 7 FINO ALLE 23. POI LA LUNGA NOTTE DEI RISULTATI, FINO ALLA SERA DI LUNEDI’. BUON VOTO A TUTTI!

| 3 Marzo 2018 | 0 Comments
(g.p.)______Domenica 4 marzo, dalle 7.00 alle 23.00, si svolgeranno le operazioni di voto per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Lo scrutinio avrà inizio al termine delle operazioni di voto e di riscontro dei votanti, cominciando dallo spoglio delle schede per l’elezione del Senato.
Si vota tracciando una x sul simbolo del partito prescelto, e basta. Non è ammesso voto disgiunto fra proporzionale e maggioritario: ogni altra espressione diversa comporterà l’ annullamento.
Uscito dalla cabina elettorale, l’ elettorale dovrà riconsegnare le schede al presidente di seggio, che provvederà a inserirle nell’ urna, dopo aver riscontrato il tagliando anti frode, la novità di questa tornata.
Il Comune di Lecce ha predisposto il servizio di trasporto dei cittadini elettori con disabilità e degli anziani a qualsiasi seggio della città, con autista e assistente qualificati: per usufruirne del servizio è necessario contattare i numeri: 0832.682247 oppure 0832.682258.
L’Ufficio Elettorale, al fine di consentire agli elettori il ritiro delle tessere elettorali o dei loro duplicati nei casi di deterioramento, smarrimento o furto degli originali, è aperto anche nei seguenti giorni:sabato 3 marzo dalle ore 9.00 alle ore 18.00;
domenica 4 marzo per tutta la durata delle operazioni di votazione, dalle ore 7.00 alle ore 23.00.
L’Ufficio Anagrafe assicurerà, inoltre, il rilascio della carte d’identità nei giorni di sabato 3 dalle ore 9.00 alle 18.00 e domenica 4 marzo dalle 7.00 alle 23.00.
Per informazioni, i cittadini possono contattare i numeri: 0832.682520 – 682521 – 682534.
Oggi sabato 4 marzo, e fino alle ore 23 di domenica, è vietata qualsiasi forma di propaganda elettorale.
Alle ore 23 di domenica saranno resi noti i così detti exit poll, realizzati dagli istituti privati specializzati, che daranno un’ idea della tendenza in atto nelle urne: si tratta pur sempre di stime, con buon margine di approssimazione.
Alle o.30 di lunedì 5 il Ministero degli Interni conta di dare il dato definitivo dei votanti.
Verso le ore 01.00 sono previste le prime così dette proiezioni, cioè elaborazioni matematiche sulle schede effettivamente scrutinate, sempre a cura degli istituti privati.
Le varie Prefetture invece daranno via internet i risultati dei voti scrutinati a mano a mano che giungeranno dalle sezioni delle province di loro competenza.
Per avere un quadro concreto e completo dei risultati, per la formazione del nuovo parlamento, bisognerà attendere il pomeriggio, di lunedì 5, se non la serata, con il quadro complessivo dei risultati, soprattutto per quel che riguarda l’ attribuzione dei seggi che si assegnano nei collegi uninominali.
Poi, come previsto dalla Costituzione, la parola passerà al presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, sulla base dei risultati elettorali, e dopo aver sentito i rappresentati dei partiti rappresentati in Parlamento, la prassi istituzionale delle così dette ‘consultazioni’, nei giorni seguenti, conferirà l’ incarico di formare il nuovo governo.

Category: Cronaca, Politica

Lascia un commento