ALL’ OMBRA DELLA SCU / DOPO PARABITA E SURBO, E’ LA VOLTA DI SOGLIANO CAVOUR, IL TERZO COMUNE DELLA PROVINCIA DI LECCE AD ESSERE SCIOLTO PER MAFIA

| 28 giugno 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Nella giornata di ieri la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha deliberato lo scioglimento del Comune di Sogliano Cavour, che sarà quindi amministrato per diciotto mesi da  Commissari nominati dalla Prefettura di Lecce.

Il provvedimento è stato adottato in seguito alle risultanze dei lavori della commissione insediatasi lo scorso ottobre, che a loro volta si sono basati sulle indagini della Compagnia Carabinieri di Maglie, coordinate dal procuratore aggiunto Gugliemo Cataldi e dal sostituto procuratore Roberta Licci.

Colpito il Clan Coluccia della Sacra Corona Unita

Era la mattina del 5 settembre 2017 quando i Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce diedero esecuzione a trentasette provvedimenti di cutodia cautelare di cui venti in carcere e diciassette ai domiciliari, con le accuse di associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi, ricettazione, e rapina; era stata evidenziata la capacità del clan di influenzare e talvolta corrompere pubblici amministratori.

L’amministrazione comunale è stata guidata da Paolo Solito, 43 anni, sindaco dal 9 giugno 2016, a capo di una coalizione di centrosinistra.

Fra gli indagati, l’ex vicesindaco e assessore ai Servizi sociali, Luciano Magnolo, a processo per corruzione e concorso esterno in associazione mafiosa.______

LA RICERCA nel nostro articolo del 6 settembre dello scorso anno

ARTICOLO 1, DOPO IL PD, IN POLITICA, E ARTICOLO 416 BIS, NEL CODICE PENALE. LUCIANO BIAGIO MAGNOLO, IL CONSIGLIERE DI SOGLIANO CAVOUR ARRESTATO IERI CON L’ ACCUSA DI CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA, E’ UN COMPAGNO DI ERNESTO ABATERUSSO

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento