‘PIANO PIANO FESTIVAL’ A LECCE LUNEDI’ 2

| 1 luglio 2018 | 0 Comments

Mav______

Lunedì 2 luglio, alle 21.00, a Lecce, all’ ex Monastero degli Olivetani, si inaugura il ‘Piano Piano Festival 2018’, che proseguirà durante la settimana con eventi di musica, teatro, arti performative.

Due i concerti nella serata a cui si accede previa prenotazione

(info www.pianopianofestival.it, pianopianofestival@gmail.com, tel 329.4123339):

Andrea Manzoni e Andrea Beccaro in “He knows Everything”.

Seguirà in prima assoluta la presentazione del progetto di Nabil Bey e Mirko Signorile (nella foto) “Bakhur”, nato tra il fondatore e voce leader dei Radiodervish e il raffinato ed eclettico pianista pugliese Mirko Signorile.

 

 

“He knows everything” è il titolo del terzo album del pianista, compositore Andrea Manzoni, scritto e arrangiato insieme al batterista Andrea Beccaro e pubblicato dall’etichetta parigina Another Music records. È un album concepito per pianoforte e batteria, con un forte impatto melodico che lascia sempre spazio ad un drumming poliritmico, decostruito e progettato dal punto di vista sonoro specificatamente per queste composizioni.

La performance si compone dei brani contenuti negli ultimi due dischi di Manzoni, arricchiti da tre cover, “Here comes the sun” di The Beatles, “Hey Joe” di Jimi Hendrix e “Heroes” di David Bowie in forma di suite e con arrangiamenti studiati appositamente per il live. Beccaro e Manzoni si inseguono utilizzando il pianoforte contemporaneamente creando una miscela di musica elettro/acustica, carica di pathos ed energia. La musica classica, il jazz contemporaneo e il rock sono elementi costanti durante la performance.

 

“Bakhur” è un nuovo progetto nato tra Nabil Bey, fondatore e voce leader del gruppo Radiodervish, e il raffinato ed eclettico pianista pugliese Mirko Signorile. Bakhur, “incenso” in arabo, è una rivisitazione essenziale con voce e pianoforte dei più grandi interpreti della musica araba del Novecento e non solo. Un viaggio attraverso il repertorio musicale dei maggiori protagonisti della canzone mediorientale che hanno fatto epoca nella storia della musica araba. Un nome per tutti la divina Fairuz, cantante libanese ed unica diva della musica araba ancora in vita, la sua voce celestiale e le sue melodie avvolgono, come un fragrante incenso, la vita di ogni giorno della gente mediorientale, dalle sfere più mondane e popolari alle sfere più raffinate e spirituali. L’essenzialità del pianoforte avvolta dalla fragranza del canto dà, appunto, vita al loro “Bakhur”.

 

 

 

Category: Cultura, Eventi

Lascia un commento