banner ad

PRESUNTI IMBROGLI ALLE ASTE, IN CARCERE UNA LECCESE

| 3 luglio 2018 | 0 Comments

(e.l.)______Al termine di complesse indagini della Guardia di Finanza, coordinate dalla Procura della Repubblica di Lecce, questa mattina è stata arrestata a Roma, dove si era nel frattempo recata in viaggio, con l’accusa di peculato, la rappresentante legale di una società operante nel settore delle vendite e delle aste giudiziarie.

Si trova ora in carcere.

Le indagini, avviate in seguito ad alcune denunce presentate da partecipanti alle aste che non avevano avuto indietro la cauzione vrsata, erano orientate a verificare la regolarità della procedure adottate dall’Istituto per la vendita all’incanto di beni pignorati.

Secondo l’ accusa, in ben trentatrè distinte procedure esecutive la donna si era impossessata delle somme versate a titolo di cauzione dai partecipanti all’asta, o del ricavo derivante dalla vendita dei beni pignorati, per un totale di oltre 80.000 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Category: Cronaca

Lascia un commento

banner ad
banner ad