MA SI PAGANO I PERCORSI…ALTERNATIVI?!?

| 18 Agosto 2018 | 0 Comments

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. La presidente dell’ associazione nazionale dei camperisti Isabella Cocolo ci manda per conoscenza la seguente lettera inviata ai gestori autostradali______

Spettabili concessionari autostrade italiane

E per conoscenza e competenza al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Loro sedi

 

La sottoscritta Isabella Cocolo, in qualità di Presidente e legale rappresentante dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti,

portatrice di un interesse collettivo, sussistendo la sua rappresentatività, comunica che i nostri associati,

in merito al percorso alternativo in atto a causa del crollo del ponte Morandi

 

ci hanno fatto presente che il partire dalla costa toscana diretti a Ventimiglia oppure il partire dalla costa ligure per arrivare a Livorno e oltre,

gli comporta più di un’ora e mezza di strada in più con relativo aggravio di tempo,

spese consumo carburante, spese per consumi generali del veicolo, rischio per incidenti

nonché il dover pagare un pedaggio autostradale aggiunto, facendo incredibilmente incrementare i profitti del gestore della autostrada.

Per quanto detto, inoltriamo formale richiesta per sapere se il costo del tratto autostradale aggiuntivo viene fatto pagare e/o se dette spese a carico dell’utente sono compensate non facendo pagare alcun pedaggio per chi parte dalla costa toscana diretto a Ventimiglia e/o parte dalla costa ligure diretto a Livorno e oltre, a prescindere da quale casello entra e/o esce.

Confidando nel vostro tempestivo riscontro, distinti saluti.

Isabella Cocolo

Category: Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Lascia un commento