banner ad

LECCE VISTA DAGLI SCRITTORI CONTEMPORANEI / 21 – L’ AVVENTUROSA VITA DEL BARONE GIROLAMO COMI

| 31 agosto 2018 | 0 Comments

di Raffaele Polo______

Qualcuno afferma che la poetica di Girolamo Comi, troppo condizionata dall’esempio e dalla scuola francese, non poteva attecchire in una Italia schiava dei versi di Ungaretti…

Ma anche il sommo Ungaretti proveniva dall’input francese e crediamo che, anche per Girolamo Comi, la motivazione della sua scarsa conoscenza da parte del grosso pubblico sia quella lontananza geografica e quella innata modestia che il ‘barone’ ha sempre frapposto fra sé e le sue opere, ritenendo di doversi affrancare da plebee ricerche di editori e di critici benevoli…

Del resto, se Comi ha iniziato a trovare notorietà e consensi anche da noi, lo si deve all’Università del Salento che, grazie al professore Donato Valli in primis e successivamente anche con Ennio Bonea (suo l’unico testo che raccoglie un’antologia dei poeti Comi Pagano e Bodini….) ha fatto conoscere la complessa e, per molti versi, avventurosa vita del Barone di Lucugnano, nato a Casamassella e certamente partecipe e testimone di una realtà salentina fatta di ‘apartheid’ e lontananza assoluta dai centri editoriali e di buona tradizione letteraria del nostro Paese.

Comi ha scritto molto, poesia e prosa. Soprattutto è stato sempre tenacemente presente alla realtà di una terra che ha amato senza risparmiarsi, anzi riducendosi in povertà per inseguire un donchisciottesco piano industriale inattuabile, ma di esclusivo vantaggio per i lavoratori….

La sua è una prosa, una poetica particolare: molti la giudicano difficile, in realtà è tenera, unica, mossa da una ‘ratio’ mai ferma e contemplativa ma sempre in eterno confronto col Creato che anche il suo particolare cattolicesimo (raggiunto negli ultimi anni di vita)gli fa considerare come una Legge immutabile cui bisogna rendere costantemente ragione…

Anche dopo la sua dipartita (3 aprile 1968) la dimora di Lucugnano, prima museo e luogo di incontri culturali, poi chiusa e riaperta in varie circostanze, ora malinconicamente e inspiegabilmente abbandonata alla sua sorte, sta a testimoniare come lo sfortunato Barone debba ancora essere conosciuto e stimato dai suoi concittadini, che ignorano la sua importante, vitale funzione di uomo e letterato nella nostra martoriata terra…

 

Spirito d’armonia

Spirito d’armonia – se t’impossessi

dell’ansia antica della mia persona

ogni fibra di me arde e risuona

della solarità dei tuoi riflessi

e la mia voce interiore intona

inni nativi e cantici sommessi

di cui l’impeto e il ritmo son riflessi

dall’universo che mi fa corona:

ed ecco una magnetica raggera

di stagioni e di siti prediletti

risuscitare in me una primavera

di concordanze e d’accordi perfetti

dove brulica la crescita e il fiore,

anima, del tuo avvento ulteriore.______

21 – Continua______

LA RICERCA nei nostri precedenti articoli della rassegna (stanno nel nostro archivio, accessibile dalla home page, digitando anche semplicemente  nome e cognome che interessa nel riquadro ‘CERCA’ a destra sotto la testata)

1 – ERNESTO ALVINO, 13 aprile

2 – ENRICO BOZZI, 20 aprile

3 – RINA DURANTE, 27 aprile

4 – SALVATORE BRUNO, 4 maggio

5 – CLAUDIA RUGGERI, 11 maggio

6 – ANTONIO VERRI, 18 maggio

7 – SALVATORE TOMA, 25 maggio

8 – RAFFALE PROTOPAPA, 1 giugno

9 – GIOVANNI POLO, 8 giugno

10 – FRANCESCANTONIO D’AMELIO, 15 giugno

11 – GIUSEPPE DE DOMINICIS, 22 giugno

12 – ROCCO CATALDI, 29 giugno

13 – VITTORIO PAGANO, 6 luglio

14 – GIULIO CESARE VIOLA, 13 luglio

15 – VITO DOMENICO PALUMBO, 20 luglio

16 – NICOLA G. DE DONNO, 27 luglio

17 – CESARE MONTE, 3 agosto

18 – VITTORIO BODINI, 10 agosto

19 – CARMELO BENE, 17 agosto

20 – IACOPO ANTONIO FERRARI e ANTONIO DE FERRARIIS, 24 agosto

Category: Cultura, Libri

Lascia un commento

banner ad
banner ad